Festivalbar alle battute finali: ecco i favoriti

Lunedì 4 e Martedì 5 Settembre andranno in onda, dall’arena di Verona, le finali del Festivalbar, in cui verranno incoronati i vincitori di questa edizione abbastanza fiacca.
LIGABUE
Parlando di favoriti per la vittoria del Festivalbar 2006 non si può non parlare di lui, Luciano Ligabue o semplicemente Ligabue, che forte di due singoli gettonatissimi (Le donne lo sanno e Happy Hour), un cd che rimane ai vertici delle classifiche nonostante sia uscito quasi un anno fa (Nome e cognome), un concerto (quello di Campovolo) con cui ha stabilito il record europeo di un concerto a pagamento di un solo artista ed un suo videoclip (sempre Happy Hour) usato come sigla stessa della manifestazione, si prepara a fare incetta di premi.
Ligabue nasce artisticamente nel 1987, fondando il gruppo Orazero. Intraprenderà la carriera solista già nel 1990 con un cd, Ligabue, che lo farà conoscere al grande pubblico. Nel ’91 seguirà “Lambrusco coltelli rose & popcorn“, nel ’93 il contestato “Sopravvissuti e sopravviventi” e nel ’94 “A che ora è la fine del mondo?“. Ma la vera consacrazione avverrà con l’album “Buon compleanno Elvis” del 1995, seguiti poi dal live “Su e giù da un palco” (1997), “Radiofreccia” (1998), “Miss Mondo” (1999), “Fuori come va?” (2002), il live acustico “Giro d’Italia” (2003) e l’ultimo “Nome e cognome” del 2005.
Tra i suoi singoli più famosi è impossibile non ricordare Balliamo sul mondo, Il mio nome è mai più (con Jovanotti e Pelù), Urlando contro il cielo, Questa è la mia vita, Certe notti, Tutti vogliono viaggiare in prima e gli ultimi estratti Il giorno dei giorni, L’amore conta, Le donne lo sanno e Happy hour.
Contemporaneamente alla sua passione per la musica, Ligabue porta avanti anche quella per il cinema e per la letteratura: esordirà infatti anche come regista per l’applauditissimo Radiofreccia (3 David di Donatello, 2 Nastri d’Argnto, un Globo d’Oro e tre Ciack d’Oro) ed il meno apprezzato Da zero a dieci. Scriverà anche due libri, Fuori e dentro il borgo (1997) e La neve se ne frega (2004).
Link utili: http://www.ligabue.com, http://www.ligachannel.com
GIANNA NANNINI
Anche lei forte di due singoli di enorme successo (Sei nell’anima ed Io, che è usata anche come sigla della manifestazione), un album ai primi posti della classifica (Grazie) ed una biografia che porta il nome del suo stesso singolo, Io, ha le carte in regola per vincere anche questo Festivalbar, già vinto nel 1984 con Fotoromanza. La carriera musicale della Nannini comincia con il suo primo album nel 1976 (“Gianna Nannini“), ma il successo arriverà nel 1979 con il singolo “America” tratto dall’album “California”. Uno dei suoi più grandi successi sarà però nel 1984 con il singolo Fotoromanza (con cui vince Festivalbar, Vota la voce e Telegatto) e l’album “Puzzle”. Nel 1986 uscirà il doppio disco di platino “Bello e impossibile”, mentre nel 1987 la raccolta “Maschi e altri” venderà oltre il milione di copie. Nel 1991, in occasione dei mondiali di calcio italiani, scriverà l’inno con Edoardo Bennato, dal titolo “Un’estate italiana”, con cui rimarrà al primo posto della classifica per tre mesi. Scriverà anche la colonna sonora del film “Momo alla conquista del tempo”, di cui uscirà anche un album omonimo. Gli album più recenti sono “Perle” del 2004, da cui estrarrà “Amandoti” e “Grazie” del 2006, con cui raggiungerà per la prima volta il primo posto della classifica dei cd. Da questo cd estrarrà “Sei nell’anima”, uno dei pezzi di maggiore successo della cantante, e la nuova “Io”, intitolata come la biografia del 2005.
Link utili: http://www.giannanannini.com
ZERO ASSOLUTO
Gruppo romano formato da Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci, debuttano nel mondo musicale nel 1999 con il primo singolo “Ultimo capodanno”, a cui seguiranno “Magari Meno” e “Tu come stai”, che certo non porteranno grande fama al duo. Dopo la conduzione di Terzo piano, interno b sul canale satellitare Hit Channel, tornano alla musica con il loro quarto sincolo “Mezz’ora”, tratto dal primo album Scendi, da cui estrarrano la ben più fortunata Minimalismi, che pur presentandosi ai piani bassi delle classifiche, fa conoscere il gruppo al grande pubblico. Il vero successo arriva nel 2005, quando scelgono “Semplicemente” come singolo estivo. Nonostante non raggiunga il vertice delle classifiche (il massimo posto è stato il settimo), resistono per trenta settimane. Se sembrava impossibile bissare il record di questo singolo, ecco che a Marzo 2006 gli Zero Assoluto partecipano al Festival di Sanremo nella categoria Gruppi (discutibile la scelta di non inserirli nella categoria giovani) con Svegliarsi la mattina, che arriverà seconda tra i gruppi, sorpassati dai Nomadi. Il successo commerciale però sarà enorme: disco di platino, al primo posto per otto settimane, in top ten per oltre venti settimane ed ancora in classifica, nonostante il debutto del singolo estivo, “Sei parte di me”, in vetta alla classifica per una sola settimana ma costantemente nei piani alti delle chart italiane. Ed è proprio con “Sei parte di me” e “Svegliarsi la mattina” che gli Zero Assoluto potrebbero avere la meglio su altri talentuosi artisti.
Link utili: http://www.zero-assoluto.it
FINLEY
Parlando di rivelazioni della musica italiana, è doveroso occuparsi di questo gruppo apparso (apparentemente dal nulla) che in pochi mesi ha raggiunto l’apice del successo: i Finley. Composto da quattro elementi (Ka, Dani, Ste e Pedro), questo gruppo hard-pop ha raggiunto il successo grazie soprattutto al singolo di debutto “Tutto è possibile” (versione italiana di Make up your own mind), sfruttato come pubblicità di una nota casa automobilistica, e con il brano estivo “Diventerai una star”. La fama dei Finley comincia però su MTV, che lancia in programmazione continua il loro primo video, tanto da entrare poi nella Top Ten di Trl, così come il successivo “Diventerai una star”. Il grande pubblico comincierà a conoscerli grazie alle partecipazioni al Festivalbar ed alla nuova versione di “Dentro una scatola”, il celeberrimo singolo di Mondo Marcio, con cui duettano. Il loro album, Tutto è possibile, è uscito nel 2005 e uscito in una nuova edizione a Luglio 2006 con il singolo “Dentro alla scatola”, che ha raccolto un inatteso successo che l’ha proiettati ai vertici delle classifiche. Ed è su tali successi che i Finley cercano di prendere almeno un premio, artista emergente, al Festivalbar
MONDO MARCIO
Mondo Marcio è un rapper milanese che in questo anno ha saputo farsi apprezzare (non da tutti) e conoscere. Arrivato al successo con il singolo “Dentro una scatola”, in realtà dietro a questo artista ci sono altri 2 album, Mondo Marcio (2004) e Fuori di qua (2005) più un demo del 2003. Il nuovo album esce nel 2006 e s’intitola “Solo un uomo”, contenente appunto “Dentro a una scatola” e il nuovo singolo “Nessuna via d’uscita”. In estate esce la versione Gold Edition di Solo un uomo, contenente un disco aggiuntivo di inediti, compreso la versione di Dentro una scatola insieme ai Finley. E sono questi i successi con cui Mondo Marcio potrebbe ottenere un premio al Festival bar.
Link utili: http://www.mondomarcioweb.it
ALTRI POSSIBILI VINCITORI
Se questi sono i più quotati, comunque potrebbero avere anche un premio Nate James (The Message), Lily Allen (Smile), Negramaro (Nuvole e lenzuola), Raf (Dimentica), The Feeling (Sewn), Francesco (Non cado più), Duncan James (Sooner or later), James Kakande (You You You), Bennato&Britti (Notte di mezza estate), Omar Pedrini (Shock) e Seba (Domenica d’estate).

Annunci