Super Paper Mario lascia il GameCube…

… e approda sul Wii. La prossima console Nintendo che arriverà negli scaffali di tutto il mondo a Novembre 2006 (la data precisa ed il costo verranno definiti il 15 Settembre), dotata di un controller del tutto originale (dalla forma simile ad un telecomando) che rileva i movimenti del giocatore, avrà nella propria line-up anche questo singolare titolo, che nasce dall’unione dei più classici platform in stile Super Mario alla grafica ed alle situazioni del GdR Paper Mario. In un mondo fatto di carta e di sole due dimensioni, vi metterete nei panni del celeberrimo idraulico italiano, ma anche del suo acerrimo nemico Bowser e della dolce principessa Peach. Oltre alle classiche situazioni da platform, sarà necessario parlare con i vari personaggi (in puro stile GdR), ma anche interegire con l’ambiente in modo del tutto particolare. Sarà possibile infatti, per un tempo limitato, avere una visione del mondo a 360°, vedendo così come potrebbe nascondersi un passaggio segreto invisibile con la prospettiva normale. Presentato all’E3 di quest’anno per GameCube e previsto per Agosto in Giappone (e poi rimandato), vedrà invece la luce come già detto sul Wii. Si spera che Super Paper Mario esca in contemporanea con la console, aumentando così una line-up di lancio tra le più grandi della storia dei videogiochi!

Annunci

La Pupa e il Secchione al via

* Attenzione: ogni riferimento ad altri blog, hosting e affini è dovuto al fatto che questo post era originariamente hostato su TR3, uno dei miei precedenti blog, e solo successivamente inserito su .maxxeo *

 

E poi dite che non tengo a Tr3… ieri, al solo scopo di commentarlo, ho seguito tutto il nuovo reality di Italia 1, “La Pupa e il Secchione” e, concedetemelo, sono stato sorpreso piacevolmente, almeno un pochino. Chiariamo però prima le cose: verso questo programma non avevo la minima aspettativa, quindi era facile superarla. Quello che non mi piaceva era le facile etichettature: secchioni brutti e pupe stupide; ed effettivamente è stato proprio così. La cosa che non mi aspettavo era di ridere. Insomma, siamo abituati a programmi comici che non fanno ridere, a reality dove un po’ tutti piangono e questo invece mi fa ridere. Mi fa ridere nonostante tutto, nonostante i conduttori e nonostante il succo del programma. Ovvio, il riso era un po’ amaro, ridevo per non piangere, però ridevo. Il momento in questione è stato ovviamente la prova di cultura delle pupe, uno dei momenti cult della tv nostrana: queste ragazze che si credevano chissà chi alle prese ad indovinare chi fossero i personaggi nelle foto. E così si scopre che in realtà Leonardo da Vinci potrebbe essere Mago Merlino, o che la Levi Montalicini assomiglia paurosamente alla mamma di Berlusconi, ma anche alla regina Elisabetta. Come dimenticare poi che Dante è un indiano o che Bertinotti è Carlo Alberto? Insomma le risate non sono mancate, anche se si sa un po’ tutti che era tutto preparato. O almeno così si spera… Altro aspetto divertente sono le professioni delle pupe: se “Miss Cubista 2005” o “Ex-schedina” sono accettabili, che ne dite di “Aspirante stilista di intimo sexy”, ma soprattutto “Aspirante sosia di Paris Hilton”! Scrivere disoccupata era tanto difficile?

Per il resto il programma non è nulla di speciale: prove scontate (indovinare poesie per le pupe o confrontare il fisico con un culturista per i secchioni), giuria non particolarmente eccezionale (la Monsè su tutti) e una conduzione un po’ fiacca (e per fortuna che c’è Papi e non solo la Panicucci).

Per quando riguarda invece il cast non farò lo stesso lavoro con Unan1mous, sia perché il reality non è particolarmente interessante e perché anche i protagonisti non sono un granché, almeno per ora.