Tristezza

Una delle cose più tristi che mi potessero capitare: la (tanto attesa?) 100a visita l’ho fatta io. Già mi immaginavo il post trionfale di festeggiamenti. Vabbè, mi limiterò a festeggiare il 101esimo visitatore, sperando che non sia una seconda volta io. Che è molto probabile.

Beautiful?

A tutto c’è un limite, si diceva. Si diceva, perchè ascoltare alla radio la doppiatrice italiana della povera Darlene Conley che simula un simil-addio dell’aldilà è proprio squallido, soprattutto se accade in un radiogiornale.

Tributo ai Rabbids!

Non ho mai amato Rayman, ma i Rabbids dell’ultimo Raving Rabbids sono qualcosa di fenomenale. Questi coniglietti feroci e assatanati da sconfiggere a colpi di minigiochi mi intrigano assai, come tutti gli articoli che vendono su Ubi Art. E la parodia di Splinter Cell è qualcosa di maledettamente geniale…

Off Topic

E’ da una vita che non posto, non vi ho fatto neppure gli auguri per il nuovo anno. Non vi ho parlato di San Remo, del fatto che Irene Grandi è stata bocciata nonostante la canzone l’avessero scritta i Baustelle (mica bruscolini). Del fatto che l’unica cosa decente sono i Velvet. Del fatto che dovremo sorbirci un’altra volta gli Zero Assoluto. Del fatto che a condurre c’è Michelle Hunziker. Del fatto che probabilmente questo Festival me lo perderò. Peccato…

Non vi ho parlato del nuovo iPhone, che prezzo a parte, è perfetto. E non ho ancora letto le caratteristiche. Non vi ho parlato di Phoenix Wright che è un piccolo capolavoro e che adoro alla follia. Non vi ho parlato di Land of a thousand word che è una goduria per le orecchie. E anche il cd, Ta-Dah, non è niente male.

Direi che di cose da dirvi ci sono, quindi Project Go ha motivo di vivere almeno un altro po’. Giusto in tempo per arrivare ai 100 visitatori…