Beautiful?

A tutto c’è un limite, si diceva. Si diceva, perchè ascoltare alla radio la doppiatrice italiana della povera Darlene Conley che simula un simil-addio dell’aldilà è proprio squallido, soprattutto se accade in un radiogiornale.

Annunci