Sanremo 08: le ultime previsioni in vista della finale

sanremo.pngSiamo ormai verso la fine anche di questo Sanremo contestato e deludente, criticato da tutti, ma che è riuscito comunque a catalizzare l’attenzione di tutti. Stasera verrà premiato il vincitore dei Giovani, scelto tra i finalisti Milagro, Jacopo Troiani, La Scelta, Sonohra, Valerio Sanzotta, Frank Head, Ariel e Giuia; ad alternare le esibizioni delle nuove proposte ci saranno i superospiti italiani: Pooh, Fiorella Mannoia, Giorgia e Jovanotti (con Ben Harper, confermato con la firma della liberatoria). Tornando invece ai Big, di seguito troverete la classifica in base alle scommesse Snai.

  1. Giò di Tonno e Lola Ponce (2,00)
  2. Anna Tatangelo (4,00)
  3. Sergio Cammariere (6,00)
  4. Fabrizio Moro (7,00)
  5. Mietta (8,00)
  6. Tiromancino (20,00)
  7. Max Gazzè (25,00)
  8. Toto Cutugno (25,00)
  9. Tricarico (25,00)
  10. Gianluca Grignani (30,00)
  11. Little Tony (35,00)
  12. Mario Venuti (35,00)
  13. Michele Zarrillo (35,00)
  14. Frankie Hi Nrg Mc (50,00)
  15. Eugenio Bennato (50,00)
  16. Amedeo Minghi (66,00)
  17. Finley (66,00)
  18. L’Aura (66,00)
  19. Paolo Meneguzzi (66,00)
Cade finalmente il predominio di Anna Tatangelo, mentre diventa sempre più certa la vittoria della coppia Di Tonno-Ponce. Nelle retrovie troviamo invece Finley e Paolo Meneguzzi (previsioni un po’ troppo pessimistiche per loro, il televoto probabilmente saprà risollevare le stroncature della critica) e L’Aura, passata, scandalosamente, in secondo piano con la sua Basta!, uno dei migliori brani in gara. Un vero peccato.

Sanremo 08: Le impressioni del Lunedì

sanremo.png

Sulla serata sanremese di ieri mi sono già parzialmente espresso parlando dell’ascolto deludente, ammesso anche da Del Noce (ha commentato con un «Ci aspettavamo di più»), frutto di diversi fattori, tra cui un ritmo blando e poche canzoni valide. A parte qualche momento più riuscito, non si può certo negare la conduzione vecchio stampo di Baudo (che tenta di innovare, ma rimane fin troppo attaccato al passato) o la totale ineguadezza di Andrea Osvart; poco entusiasmante pure la sigla-tributo iniziale, nonché gli ospiti comici (se Verdone aveva risollevato l’edizione di due anni fa, quest’anno non ha certo fatto il bis) e musicali (il cast italiano di High School Musical si commenta da solo). Neppure gli amanti della buona musica hanno trovato pane per i loro denti: globalmente basso il livello qualitativo, tante le stecche clamorose e veramente poche le canzoni meritevoli.
Sul versante delle scommesse, diventate ormai il metro di gradimento del pubblico, calano le proprietà di vittoria per i favoriti, compresi Anna Tatangelo (è passata dal 3 al 3,50), Mietta (quotata ora al 6,50) e la coppia Di Tonno-Ponce (8,00), mentre aumentano clamorosamente le quotazioni di Fabrizio Moro (la sua quota è ora al 6,50) e Tricarico (dal 50,00 di ieri al 20,00 di oggi). E, nonostante non abbiano ancora cantato, i Tiromancino arrivano ad insediare la Tatangelo (quotati al 5,00).
Dopo il salto, la scaletta prevista per stasera, forse più performante di quella di ieri sera.

Sanremo 08: Gli ascolti della prima serata

sanremo.pngMai così male, ma c’era da aspettarselo. A seguire il Festival di Sanremo ieri sera solo 9.518.000 spettatori nella prima parte (35,01% di share) e 4.818.000 nella seconda (39,44%), inflessione netta rispetto all’anno passato e alle varie edizioni precedenti. Colpa senza dubbio del tragico ritrovamento dei due corpi in un pozzo di Gravina (che ha “favorito” Chi l’ha Visto? e lo speciale Studio Aperto), ma anche di una manifestazione dal ritmo lento e senza grandi canzoni. Di seguito un grafico con lo share delle prime puntate delle ultime cinque edizioni, giusto per sottolineare che sotto sotto pure la Ventura e Panariello avevano fatto di meglio:

A meno di risalite di questa sera (non impossibile, basti vedere quanto successo il passato anno), il cambiamento di conduzione è tutt’altro che improbabile. Specie con la fine del contratto di Bonolis in esclusiva a Mediaset.

Sanremo 08: stasera al via

Mancano ormai poche ore al debutto del 58° Festival della canzone italiana, da questa sera per cinque sere su Rai Uno, come sempre in diretta dal Teatro Ariston di Sanremo. Super favorita per la vittoria Anna Tatangelo (quotata a 3,00, praticamente vittoria certa), mentre stupiscono Mietta (con 6,00) e la coppia Giò di Tonno e Lola Ponce (8,00). Tra gli ultimi invece Eugenio Bennato e Tricarico (entrambi a 50,00), assieme a Finley, Loredana Bertè e Frankie Hi Nrg (40,00).

Le proposte che invece sembrano più valide sono altre: tra tutte L’Aura (un paio di post a proposito li trovate qua) con la sua Basta!, nonché i Tiromancino con la contestatissima Il rubacuori. E qualche piacevole sorpresa potrebbe essere firmata da Max Gazzè o Frankie Hi Nrg.

Ad esibirsi stasera saranno solo la metà dei cantanti, dopo il salto la scaletta completa.

Continua a leggere

Manga superano Comics (e Disney ne approfitta)

La notizia è balzata in prima pagina solo ieri, ma non stupisce certo leggere che i manga stiano raccogliendo sempre più successo, tanto da sorpassare negli USA i ben più classici comics. Per gli ormai pochi che non lo sapessero, con il termine manga si intendono generalmente tutti i fumetti prodotti in Giappone (questa regola vale però solo al di fuori del Sol Levante, dove invece tutti i fumetti vengono chiamati manga), caratterizzati dalla lettura all’orientale procedente da destra verso sinistra.

La rivista Wired ha infatti stimato che negli ultimi quattro anni le vendite statunitensi dei manga siano triplicate, merito soprattutto di veri e propri best seller del fumetto quali Naruto e Death Note. E anche nel resto dell’Occidente la tendenza è la medesima: in Francia (secondo mercato mondiale del settore) il 22% delle pubblicazioni di ogni tipo sono di origine giapponese e pure in Italia, roccaforte Disney e Bonelli, il 58% dei fumetti pubblicati sono manga.

Per far fronte a questi aumenti, la Disney ha pensato di re-inventare i suoi personaggi in una veste orientale per la nuova collana Disney Manga, partendo con Kingdom Hearts, quattro volumi tratti dall’omonima serie videoludica (già famosa per essere una sorta di crossover tra Final Fantasy e i classici personaggi Disney), per seguire con W.I.T.C.H. (tratto dall’omonimo fumetto che già strizzava l’occhio allo stile giapponese), Lilo & Stich, Mosters INC. e Finding Nemo (da notare la scelta di mantenere i nomi originali anziché adottare la traduzione italiana). Il primo manga Disney è uscito il 10 Febbraio (3,90€), seppur tra qualche critica, come la scelta di non voler adottare la lettura orientale.

M’illumino di meno per forza

L’idea è buona, ma quest’anno la Giornata del risparmio energetico pare sia più un obbligo che una scelta volontaria: si da il caso che infatti da un paio di giorni a questa parte da me ci siano black-out improvvisi che, tra l’altro, hanno polverizzato un recente post. Capirete bene che stare anche per poche decine di minuti senza energia elettrica oggigiorno è qualcosa di impensabile, specie con il buio che c’è già a quest’ora…

Il Bluetooth che va al di là del burka

Per quanto sia improbabile che possa prendere piede (senza considerare il rischio nell’utilizzarlo), l’idea del Charming Burka è quantomeno da apprezzare. Si tratta di un normale burka che incorpora un’antenna bluetooth la cui funzione è quella di diffondere un’immagine, possibilmente quella del volto coperto dall’indumento stesso; tutti i passanti potranno quindi vedere sul proprio cellulare la persona che hanno davanti, a quanto pare senza violare alcuna legge del Corano!

La pagina ufficiale dell’ideatore di questo progetto, il tedesco Markus Kison, offre altri dettagli sia riguardo a questo particolare prodotto che ad altri altrettanto originali (a partire dal simpatico Vanity Ring).

Per soli cinquantacinquemila Euro in più…

Stavo proprio pensando ai soldi e ai desideri (anche e soprattutto piccoli) irrealizzati, quando questa notizia mi è capitata davanti: Pepita, la 500 da 70.000 Euro. La macchina in questione è sicuramente bella da vedere, le linee della “nuova” Cinquecento sono piuttosto azzeccate e magari se la cava anche sul lato tecnico, ma è anche il simbolo del lusso più sfrenato (e male investito): dove potrà mai essere il vantaggio di avere un’auto verniciata con polveri micronizzate di oro 24 K o con interni in pelle di struzzo (ma volendo sono disponibili coccodrillo, squalo, serpente, lucertola e razza)? Me lo chiedo sfogliando le pagine dei vari negozi online alla ricerca di qualche acquisto economico…

ECDLx03 “42.85%”

Oggi ho dato il terzo modulo dell’ECDL (elaborazione testi), non che sia poi così interessante, ma ormai mi sono ripromesso di scriverne ogni aggiornamento, almeno per distogliere l’attenzione sulla carenza (quantitativa e qualitativa) di post in questo periodo. E per, nel mio piccolo, denunciare la parziale inutilità che tale certificazione avrà nel medio-lungo periodo: chi ha provato l’ultima versione di Microsoft Word, installata di serie su Vista, sa benissimo la differenza che corre tra la penultima e l’ultima edizione del celebre software e non è certo difficile immaginare che tra qualche anno le differenze saranno ancor più accentuate! Questa certificazione perderà dunque il proprio valore o verrà comunque considerata valida nonostante l’arretratezza che già oggi ha? Sicuramente nessuna delle due saprà soddisfare le esigenze di tutti…

Danza lenta, bufala da oltre 10 anni

Va avanti dal ’97 ma ancora oggi se ne parla; e proprio oggi mi è arrivata questa catena di Sant’Antonio, una di quelle talmente strappalacrime e ingenue per cui è quasi ovvio sollevare qualche dubbio. La storia è sempre quella, una bambina malata di cancro scrive una poesia con un bel messaggio e viene inviata via e-mail con una promessa alquanto improbabile: la fantomatica associazione The American Cancer Society donerà 1 centesimo a scopo di ricerca per ogni copia inviata, perchè, cito direttamente, le e-mails vengono conteggiate. Le versioni che circolano sono parecchie (la mia era pubblicata addirittura su una presentazione con tanto di foto) e un’ottima descrizione la fa ovviamente Attivissimo, il punto di riferimento in casi del genere, che propone anche interessanti delucidazioni riguardo ai vari enti (e medici) citati in questa bufala che, per quanto innocua, coinvolge aspetti su cui è necessario usare un certo tatto. Solo io trovo vergognoso come si possa far leva sulla bontà delle persone solo per divertimento? Lungi da me istigare o giustificare una vera e propria truffa, avrei compreso di più se gli autori di questo messaggio avessero preteso una donazione fittizia da cui trarre vantaggio economico!