Bill Kaulitz: «It’s raining man»

Quanto tempo è passato dall’ultima volta in cui ho parlato dei Tokio Hotel? Secoli presumo, erano ancora i tempi della loro prima hit internazionale, «Monsoon», e con un paio di post mi beccai una dozzina di insulti. Quindi, per tornare a parlarne, ci voleva qualcosa di davvero interessante: eccolo qua, il video di un giovanissimo Bill Kaulitz quattordicenne che intona «It’s raining man». Con questa canzone il cantante dei Tokio Hotel si piazzò in seconda posizione a Star Search, un talent show del 2003: a me fa tanta tenerezza, era poco più che un bambino e già si atteggeva a grande star. Se non fosse per i capelli (corti, o almeno mezzo metro in meno di ora) e qualche centimetro in più di altezza, a stento sarebbe distinguibile.
PS: Sulla canzone scelta non commento. Magari avrebbero potuto puntare su qualcosa di più adatto…

Annunci

One thought on “Bill Kaulitz: «It’s raining man»

  1. Anche a me fa tenerezza anche se lo preferisco di gran lunga con il look di adesso anche se potrebbe evitare di infilare le dite nella corrente prima di esibirsi!
    COmunque per gli insulti non preoccuparti e normale le karampane ogni volta che leggono le parole ” TOKIO HOTEL” “BILL KAULITZ” cominciano a sparare insulti a destra e a manca senza nemmeno leggere, forse perchè sanno che nei blog in cui si parla di loro e quasi sempre in male!
    Comunque molto carino il blog!

I commenti sono chiusi.