The Dark Knight: why so serious?

Il Cavaliere Oscuro (o The Dark Knight) è uno dei film più interessanti e promettenti che mi sia capitato di attendere. Non sono un appassionato di cinema – né tantomeno esperto nel campo – eppure questo lungometraggio mi attira davvero molto: il merito non è certo di Batman (eroe che non ho mai apprezato molto), ma di una trama che, per quanto solo accennata, promette di abbandonare i soliti clichet dell’eroe puro ed imbattibile. E poi, ovviamente, c’è l’interpretazione di Heath Ledger-Joker: inutile negarlo, la prematura morte dell’attore ha senz’altro destato l’attenzione di molti e portato altrettanto pubblicità al film. Eppure sono davvero curioso di sapere come l’attore abbia interpretato il ruolo (a quanto pare azzecatissimo) del nemico per eccellenza, tanto convincente da essere in lizza per le nomination degli Oscar.
Altrettanto interessante è la campagna di viral marketing attuata dalla Warner Bros. (e dettagliatamente descritta da Wikipedia): sono infatti oltre 25 i siti web creati per pubblicizzare la pellicola e ambientati nel mondo di Batman. Tra questi la campagna elettorale del candidato sindaco Dant (IBelieveInHarveyDent.com), il quotidiano online di Gotham City (TheGothamTimes.com) e le versioni “vandalizzate” da Joker
Il film uscirà nelle sale italiane il 23 Luglio, otto giorni dopo l’uscita della soundtrack ufficiale (disponibile in ben quattro versioni), ma solo ieri sono stati resi noti i nomi di gran parte dei doppiatori: insomma, tutto procede nella segretezza assoluta.

Annunci