Ai confini della conoscenza

[Una nuova edizione di Voyager] Per chi vuole fare tardi per scoprire come sono andate le cose.

Pochi minuti fa Roberto Giacobbo ha aperto così la nuova stagione di Voyager in seconda (terza?) serata. Sì, sì, ha avuto il coraggio di mettere assieme “come sono andate le cose” e “Voyager”, il programma famoso per terminare ogni servizio con le parole “ma rimane un mistero“. Preso da un’irrefrenabile voglia di farmi due risate (da leggersi come “non ho sonno e non so cosa fare a mezzanotte”) sono andato sulla Nonciclopedia e ho trovato questo splendido fumetto su una tipica puntata: assolutamente geniale, soprattutto nel finale.
Su Mulholland Dave trovate le altre striscie.

Annunci

One thought on “Ai confini della conoscenza

  1. Anche io trovo che Voyager sia da sganasciarsi dalle risate ed è vergognoso che lo passino come trasmissione scientifica sulle reti Rai.
    Ricambierò il voto, la questione delle meno tasse mi interessa 😉
    ciao

I commenti sono chiusi.