Il Sogno di Google (e non solo)

Dream, sogno: il primo telefonino di Google ha un nome decisamente pretenzioso, forse pure troppo. L’aspetto è piuttosto spartano, lontano anni luci dalle linee eleganti dell’iPhone, eppure il GPhone ha la carta giusta per competere (e stracciare) il rivale di Cupertino: l’utilità. Piena compatibilità con tutti i servizi online di Google (fra tutti Earth e StreetLive per la navigazione GPS), il sistema operativo opensource Android, un prezzo tutto sommato competitivo ($179 con un contratto biennale) e qualche applicazione già annunciate (TuneWiki, per fare il karaoke tramite YouTube, e la versione di Amazon per il download di mp3).
Dopo qualche minuto di incertezza, l’HTC Dream G1 ha conquistato pure me, riuscendo a destare in me quel mix di curiosità ed attesa che non provavo dall’annuncio del primo iPhone. Che sia già arrivato il successore del mio Nokia N73? Per l’Italia bisognerà aspettare i primi mesi del 2009.