Mostri (sacri)

Pippo Baudo e Mike Bongiorno accomunati da un unico destino: sospesi (o radiati) dall’Albo dei Giornalisti per aver fatto pubblicità nonostante fossero giornalisti pubblicisti. E medesima è stata la reazione: “colpito e offeso” Baudo, “scioccato e contrariato” Bongiorno. Effettivamente la faccenda assume contorni assurdi vista la tempestività del richiamo, ma possibile che nessuno si ponga il dubbio che possa essere una giusta sansione? Per una volta che non vengono fatte distinzioni tra giornalisti* celebri e giornalisti “semplici”, dovremmo gioire anzichè gridare allo scandalo…

* In realtà è stato l’allora presidente De Martino che ha chiesto a Mike Bongiorno di fargli l’onore di partecipare all’Ordine. Alla faccia di chi si fa un mazzo così per entarci regolarmente.

Naufraghi duemilaotto

Mettiamo le cose in chiaro: non avrei scommesso un centesimo su Luxuria all’Isola dei Famosi. Fuori al primo televoto, avevo pronosticato, invece ce la troviamo in finale con il serio rischio che vinca questa sesta edizione. Carlo Capponi è la variabile impazzita. L’avrei voluto fuori alla prima puntata e, secondo me, ha pure rischiato grosso con la prima nomination contro Ylena “Chi?” Shatanova. Ora avrebbe tutte le carte per vincere, ma si sa, all’Isola si premia la “normalità”. Belen Rodriguez e Leonardo Tumiotto sono quelli che “nemmeno la pagina su Wikipedia c’avevano”: finalisti per caso, la prima continuerà con le sue ospitate (al massimo gli diamo un programma radiofonico su RTL), il secondo continuerà a (non) vincere gare di nuoto.

PS Stasera finisce l’Isola dei Famosi e domani comincia X Factor: quando vuole, Rai Due riesce a farmi felice.