Tiziano Ferro, Alla mia età e la pseudorecensione

tizianoferro

Il nuovo album di Tiziano Ferro è atipico. Decisamente atipico. Da qualche giorno è in rotazione continua su iTunes e sul fido mp3, ma stento ancora a capirlo, a trovargli un senso globale: dovrebbe essere il disco della maturità, quella in cui prevale il Tiziano cantautore e non solo interprete, quello in cui si mette a nudo e abbandona i ritmi del passato. Poi però inanella una serie impressionanti di collaborazioni (Ivano Fossati, Franco Battiato, Laura Pausini, Kelly Rowland) e piazza un paio di pezzi sullo stile r&b del passato apparantemente slegati dal resto dell’album. Nel complesso godibile, pure un po’ maturo, ma niente capolavoro.

La tua vita non passerà: rimane in testa quasi subito e infatti si posiziona nel mezzo all’r&b dell’altroieri e alle ballate strappalacrime di ieri. Tormentone (quasi) annunciato.
Alla mia età: il singolo di lancio e la titletrack dell’album: effettivamente sintetizza bene tutto il disco.
Indietro/Breathe Gentle: la collaborazione con Fossati ha prodotto questo brano, niente di particolare, ma assai radiofonica; non si capisce bene se vuol essere ironica o seria. Giusto per la cronaca, la versione inglese con Kelly Rowland è più carina.
Il regalo più grande: sarà il prossimo singolo, anche grazie al successo spontaneo su iTunes. Romanticissima, ma niente di davvero memorabile.
Il tempo stesso: il duetto/collaborazione con Battiato. Il miglior brano dell’album, a detta dell’insindacabile giudizio del sottoscritto. Testo meno banale del solito, ritmo sostenuto.
La paura non esiste: è il pezzo scritto con Laura Pausini e, guardacaso, uno dei più anonimi.
La traversata dell’estate: divertente e movimentata, come hanno detto un po’ tutti, sarà senz’altro il singolo estivo. 
Assurdo pensare: con il fratello diciassettenne di Ferro alla batteria, che non se la cava davvero male.
Per un po’ spariro: questo è il Ferro delle origini, con tanto di immancabile risata. Non sarà un capolavoro, però è (quasi) interessante.
Il sole esiste per tutti / Scivoli di nuovo / Fotografie della tua assenza: non pervenuti. O meglio, per ora non meritevoli di grandi attenzioni.

Annunci

7 thoughts on “Tiziano Ferro, Alla mia età e la pseudorecensione

  1. Sono d’accordo su La Paura Non Esiste, ma io direi che al 4-5° ascolto sono tutte ottime canzoni (a mio parere meglio degli ultimi due anni). Il duetto con Battiato molto interessante e anche Fotografie Della Tua Assenza l’ho rivalutata in ritardo. Non so però quale possa essere il prossimo singolo, non vedo nessuna canzone capace di sfondare nell’airplay. A me piace tantissimo La Tua Vita Non Passerà, credo sia una delle sue migliori.

  2. Al contrario, a me questo album piace moltissimo..e trovo tiziano molto più maturo, sia come persona che come cantante..soprattutto più sereno! Penso anche che il nuovo singolo, il regalo più grande, sia una canzone stupenda…forse insolita per lo stile di tiziano…ma sicuramente bella!!!

  3. TIAZIANOOOOOOOOOOO 6 FANTASTICOOOOOOOOOO……
    QUANDO SONO TRISTE, MI METTO AD ACOLTARE LE TUE CANZONIII….. MI METTI SUBITO DI BUON UMORE SOPRATUTTO “ROSSO RELATIVO” TI AMOLO…… BY GAIETTA94

  4. ciao tiziano spero che leggi questo messaggio sai vorrei essere una cantante ma ho solo 11 e mezzo ma sei il mio migliore cantante non escludendo maico jackson ma dicendo la verità le canzoni mi sono piaciute tutte ma le mie preferite sono il regalo più grande, ti scatterò una foto. sei bravissimo con le parole come le scandisci sai per me se fossi una giornalista se un signore famoso mi dice che ha da fare gli dico vabbene e prendo appuntamento per l’intervista…sei forte ti adoro ti vorrei vedere in verità…
    sai quelli famosi dopo esserlo si vantano ma tu non lo faresti mai vero? certo che tu non ti vanti e neanche io se fossi in te sei bravissimo …scrivo canzoni un giorno te ne darò una tramite questo…by by by tvb

I commenti sono chiusi.