Sanremo 09, terza serata

sanremo91

Quanto è bello cambiare idea e contraddirsi ogni giorno: la terza serata di Sanremo è stata una grande serata. La migliore di questa edizione ancora in corso, azzarderei. L’accoppiata Proposte-Grandi Artisti si è rivelata, a dispetto dell’etica (perchè effettivamente è immorale proporre solo i figli di e i raccomandati da), vincente sia dal punto di vista musicale che d’intrattenimento: un ottimo modo per valorizzare le già validissime canzoni portate dalle Proposte. Da questo Sanremo potrebbero uscire parecchi nuovi cantanti di successo. Al di là della probabile vittoria, sarà grande successo (radiofonico e non solo) per Arisa e la sua Sincerità, già pronta a tormentarci per tutta la prossima Primavera; una chance io la darei pure a Simona Molinari (la sua Egocentrica, in duetto con la Vanoni, è stata forse la migliore esibizione della serata) e Irene (che sarà pure raccomandatissima, ma la sua Spiove il sole funziona alla grande). Paradossalmente a convincere meno sono state le interpreti più brave, Malika Ayane e Silvia Aprile, penalizzate da canzoni senz’altro non eccezionali. Nell’anonimato più generale (e anche con tutte le polemiche legate al televoto) è giunto al termine Sanremo.59 con la vittoria di Ania: l’avevo già segnalata come una dei concorrenti più “famosi”, senz’altro meglio lei degli Studio 3. Vedremo sabato sera.
Le note stonate sono arrivate a fine serata con la decretazione, a notte fonda, dei due ripescati: Al Bano e Sal Da Vinci. Tristemente prevedibile il primo, amara sorpresa il secondo. Fuori invece Afterhours, Tricarico, Nicky Nicolai e Iva Zanicchi. Direi che tre delle migliori canzoni di quest’anno se ne sono andate (e stasera ci tocca D’Alessio).

Annunci

One thought on “Sanremo 09, terza serata

I commenti sono chiusi.