#E3: Project Natal, ancora una rivoluzione?

Non avevo intenzione di parlare dell’E3, la più grande fiera videoludica del mondo, prima di domani. Il motivo era semplice: la stragrande maggioranza delle cose più interessanti vengono presentate durante le conferenze dei tre colossi dell’intrattenimento elettronico (Sony, Microsoft e Nintendo) e, da possessore soltanto di Wii e Nintendo DS, l’unico appuntamento per me interessante è proprio quello dell’azienda di Super Mario in programma per domani. Eppure se alle 23 sono davanti al mio notebook con aperta una finestra di WordPress, un motivo c’è. E’ l’annuncio di Project NATAL: una sorta di webcam per Xbox 360. Tutto qui? No, ovviamente; il progetto promette di far diventare il giocatore parte del gioco: nessun controller, soltanto noi (e qualche oggetto comune). La telecamera sarebbe in grado di fare la scansione di ogni persona e ogni cosa per interagire – in tempo reale – con il gioco: un concept teorizzato da molti nel periodo immediatamente precedente al lancio del Wii, ma che mai si era concretizzato. Effettivamente è proprio la bianca console Nintendo l’obiettivo di Microsoft: ne riprende sfacciatamente l’idea (la stessa che sbeffeggiavano fino a ieri), elevandola però all’ennesima potenza. Il condizionale però è d’obbligo: se nel trailer tutto sembra filare liscio, la periferica dovrà convincere anche sull’atto pratico. E soprattutto inserirsi coerentemente in un mercato eclettico come quello videoludico: le vere rivoluzioni dovrebbero essere a tutto tondo; adattare una periferica del genere ad ogni gioco sembra impossibile. La vera sfida per Microsoft comincia adesso.

PS: Altra cosa interessante venuta fuori dalla conferenza Microsoft: l’Xbox 360 supporterà presto Facebook, Twitter e Last.Fm. Insomma, il futuro è nei social network.

Annunci