Eli Stone

elistone

Eli Stone, la cui prima serie è finita ieri sera su Italia 1, è un caso anomalo dei serial americani. Perché, al contrario di come spesso succede, è stato un pò boicottato dalla Rete: troppo simile ad Ally McBeal (anzi, una scopiazzatura poco riuscita), programmato addirittura in prima serata quando il ben superiore Chuck è relegato a notte fonda. E ancora: in America l’hanno chiuso per bassi ascolti, ci sono appena due serie, in Italia flop assicurato. Impossibile non aver letto – oggi come alla presentazione dei palinsesti estivi – critiche del genere su blog e forum vari; critiche in gran parte fondate, ma che non rendono giustizia al povero Eli Stone. Effettivamente il telefilm non parte in quarta, ci mette un po’ per carburare e non stupisce più di tanto: Eli Stone è semplicemente una buona serie. Non perfetta, ma divertente, che riesce a far riflettere e che crea una discreta dose di dipendenza: gli ultimi tre episodi poi, quelli che Italia1 ha trasmesso nella minimaratona di ieri sera, sono stati un avvincente susseguersi di emozioni nonché un dignitosissimo finale di stagione. Considerando poi che Eli Stone è stato una delle poche prime visioni di questa torrida estate (e tenendo bene a mente quello che invece la tv estiva propone quotidianamente) non ci si può davvero lamentare. Assolutamente.

Annunci

4 thoughts on “Eli Stone

  1. a me eli stone è piaciuto veramente tanto, bellissima e commovente la quart’ultima puntata, molto bella l’ultima. Ma come si fa a dire che chuck è meglio? è una puttanata assurda!!!!

  2. voi che scrivete queste eresie siete quelli che guardano i vari Dr. House o Lost le quali sono davvero delle serie mediocri e poco educative!!

  3. A me Eli Stone è piaciuto tantissimo. Mi ha fatto riflettere tanto, ma allo stesso tempo divertire. Mi dispiace che l’abbiano criticato così male. Alla fine qui l’hanno trasmesso in estate, e rispetto a tutte le varie repliche di tutte le serie possibili immaginabili direi che non potevo chiedere di meglio!
    Io pensavo che l’idea fosse originale, però non ho mai visto Ally McBeal, quindi probabilmente è come dici tu…
    Per quanto riguarda Chuck io dovevo andare a letto subito dopo Eli Stone per motivi di forza maggiore, ma dalle pubblicità anche Chuck mi ispirava un sacco! Quindi penso che me lo guarderò in streaming appena ho un po’ di tempo.

  4. @Ester
    Eli Stone è piaciuto tanto anche a me e per questo son rimasto stupito davanti alle tante critiche che ha ricevuto. Anch’io non ho mai seguito Ally McBeal, eppure tutti coloro che criticano Eli Stone citano sempre questo telefilm: l’idea non sarà originalissima, è vero, ma l’importante non dovrebbe essere come si sviluppa la serie a partire dal concetto iniziale?
    E adesso vogliamo la seconda serie! 😀

I commenti sono chiusi.