But face it she’s Madonna

madonna

Madonna (la popstar, si intende) sarà pure criticabile a livello musicale, ma non certo a livello iconografico. Ad esempio, del nuovo album – Celebration, un greatest hits con un paio di inediti – è uscita giorni fa la copertina: riprende una foto di una ventina d’anni fa, rielaborata (magistralmente) in chiave pop da Mr. Brainwash. Dello stesso autore è anche la presunta cover del singolo omonimo (la vedete qua): un po’ meno riuscita dell’altra, ma assolutamente in linea col progetto celebrativo. E poi c’è la canzone vera e propria. Doveva chiamarsi Celebrate, poi si è deciso di intitolarla come l’album: sta girando su YouTube, prima che chi di dovere la rimuova, anche se l’attesa per la release ufficiale non sarà lunghissima (4 Agosto in radio e online). Un pezzo non particolarmente sorprendente, ma che farà il suo dovere in radio e nei dancefloor. Tutto ciò che tocca Louise Veronica Ciccone sembra sempre assolutamente perfetto, ci avevate mai fatto caso?

Annunci

2 thoughts on “But face it she’s Madonna

  1. Il pezzo non mi convince affatto, Madonna dance è quella di Confessions On A Dancefloor, Celebration sembra molto una di quelle tracce usa e getta, fa il botto iniziale fino a quando arriva il momento che ti stufa (volevo usare francesismi più elaborati, ma mi sono contenuto).

    Per quanto riguarda la promozione del Greatest Hits, la cover è favolosa (quella del singolo un po’ meno, ma è accettabile), ma ancora più belli sono gli spot che pubblicizzano il disco. Non so se tu li abbia già visti, ma l’idea di far andare tutto al contrario la trovo stupenda (tanto che mi sono messo la base di Hung Up del teaser come suoneria messaggi) 😀

  2. Gli spot purtroppo me li sono persi 😯 Devo rimediare al più presto, sperando che YouTube non faccia storie come ieri sera… c’ho messo un’ora per trovare un video di Celebration che decidesse di funzionare xD

I commenti sono chiusi.