X Factor, decima puntata.

xxxfactor

Cronaca – come al solito – in clamoroso ritardo. Ed effettivamente, dopo tre giorni, ha poco senso fare una cronaca*, quindi mi soffermo soltanto sui punti principali:

  • Chiara eliminata. Da Morgan. Scelta che mi trova totalmente d’accordo (a me lei non ha mai fatto impazzire, nelle ultime puntate poi era terribilmente soporifera), tanto era chiaro fin dalla puntata precedente: l’effetto Susan Boyle non ha funzionato al televoto e, sinceramente, se non funziona per il pubblico televotante, è difficile che sortisca effetti migliori altrove (tipo in radio o in classifica)
  • Morgan ha dato del populista demagogo vuoto blablabla al Facchinetti. E pure in questo caso, a costo di apparire il solito pro-Castoldi, sono d’accordo col cantante. Magari ha sbagliato il modo, senz’altro avrebbe dovuto fermarsi prima prima di mandare tutti a quel paese, però il succo del discorso era assolutamente corretto. E la risposta del conduttore (“meglio essere vuoti che essere come te”, “vattene a casa”) ha ricordato un po’ troppo la Ventura peggiore.
  • Paola ha cantato Briciole. Lei è bravissima, canta benissimo ed il pezzo era nelle sue corde, ok, però cantare una canzone che, assieme alla sua interprete, è nata su quel palco è un mezzo suicidio. Infatti non è andata al ballottaggio, però è uscita con le ossa rotta da un ipotetico confronto con Noemi. In questo caso, colpa della Mori.

* Ricordatevi comunque che c’è sempre Twitter e che, perlomeno là, i tweets taggati #XFactor non mancano mai 😉

Annunci