Tra le macchinine e le automobili

Buzzooledraft_596e2df603c20d2d0605e48b_579a7073bd8fd4e16b8b4567_0

Non so se le ricordate anche voi, ma da bambino andavo matto per quelle macchinine che cambiavano colore immergendole nell’acqua. Il cambiamento era davvero minimo, ma anche solo l’idea di poter personalizzare la mia macchinina preferita con un’operazione tanto semplice sembrava quasi magia. Da allora sono passati un bel po’ di anni, ma quello stesso brivido l’ho ritrovato provando il Configuratore della Nuova MICRA. L’idea è un po’ la stessa ma elevata all’ennesima potenza: personalizzare la propria MICRA, non solo nel colore, bensì in tutto quello che potete immaginare. Motore, ruote, rivestimenti, personalizzazioni interne ed esterne. Così ieri, con la stessa curiosità del bambino che gioca con le macchinine, sono andato su http://l12.eu/micra2-1619-au/KQJUNWF6VMFXNIT24VBR e ho provato a comporre la macchina dei miei sogni. Una Nuova MICRA Visia perfetta per muovermi in città, con un motore che però mi permetta di raggiungere facilmente il paesino dove vivono i miei genitori. Rossa, perché ormai a quello non so rinunciare, ma con interni casual. E poi il massimo della tecnologia, come il battitacco wireless, che ho visto da un mio amico e che mi ero ripromesso sarebbe stato nella mia prossima auto. Et voilà, la mia macchina ideale. È quella che vedete nella foto a inizio post: io, indeciso cronico, devo ammettere che stavolta avevo le idee chiarissime. Ancora più entusiasmante è che il Configuratore non si limita a simulare l’auto perfetta solamente online: certo, grazie al sito ho potuto studiarla in ogni dettaglio, interno ed esterno, ruotandola a 360 gradi. Ma, proprio a partire dalla mia Nuova #NissanMICRA (tutte le informazioni le trovate su http://l12.eu/micra2-1621-au/KQJUNWF6VMFXNIT24VBR), posso ricevere un’offerta personalizzata, prenotare un test drive e soprattutto andare nella concessionaria Nissan più vicina. Lì mi aspetta un visore Oculus nelle concessionarie Nissan per poterla vivere come se già fosse lì e ritrovare l’entusiasmo di quel bambino che giocava con le macchinine.

Annunci