Redditi online: sì o no?

Premetto che la questione dei reditti disponibili online è una delle più delicate (e spinose) degli ultimi tempi: il limite tra intelligente mezzo contro l’evasione e violazione della privacy (con tutte le conseguenze del caso) è decisamente labile e sopratutto strettamente personale. Per qualcuno sarà una bella iniziativa, per altri una mossa grave e irrispettosa, eppure non si può certo decidere di pubblicare i dati solo di qualcuno: personalmente non so cosa pensare; a livello teorico l’idea è geniale, sul piano pratico l’idea di essere adocchiato da qualche banda di rapinatori non mi entusiasma poi molto. Certo è che una ventata di verità è proprio quello che ci voleva (e ci vorrebbe): le poche ore in cui i dati sono stati disponibili sono state sufficienti a sollevare un polverone di dimensioni colossali e tutti quei furbetti – passatemi il termine un po’ inflazionato – soliti a truccare il loro conto in banca hanno passato perlomeno un brutto quarto d’ora. Almeno quello…

Annunci

Lo Zeitgeist 2007: le parole più cercate su Google

Lo Zeitgeist, oltre ad essere un album degli Smashing Pumpkins, significa pure spirito del tempo ed è il nome con cui Google rende note le classifiche delle chiavi di ricerca più usate. E finalmente sono arrivate pure quelle italiane dell’anno: a trionfare, manco a dirlo, è Beppe Grillo, il comico (non)blogger a cui va soprattutto il merito di aver fatto conoscere la parola blog al di là di Internet (peccato che sia stata un po’ fraintesa ^^). Seguono poi due servizi 2.0, Youtube e Badoo, mentre INPS e Agenzia delle entrate, occupano rispettivamente quarto e quinto posto. Sesto posto per MySpace, mentre il calcio compare alla settima posizione (Inter) e alla nona (Milan). Chiudono Alitalia (ottavo posto) e Superenalotto (decimo). Sotto il salto, le classifiche per categorie. Continua a leggere