Domani 21.04/2009

domani

Parlare di Domani 21.04/2009 non è certo semplice. Il progetto di per sè è lodevole, quindi parlarne male sarebbe una vera ingiustizia; al tempo stesso la canzone non è di certo un capolavoro e sprecarsi in lodi di maniera sarebbe vagamente incoerente. L‘ho ascoltata per la prima volta stamattina su Music Line, l’ectoplasmatico programma musicale di Rete 4 (ectoplasmatico perchè di solito va in onda a notte fonda, ma ogni tanto fa capolino a sorpresa in qualche buco del palinsesto), dopo averne sentito parlare un po’ ovunque. Quindi, no, non l’ho ancora scaricata, ma conto di farlo al più presto. Il pezzo non è male, perlomeno è apprezzabile il lavoro fatto per fondere più di cinquanta voci differenti in un unico brano (tra l’altro già edito, quindi difficoltà doppia): insomma, i 99 centesimi li vale tutti. Meno lodevoli invece le dichiarazioni di Caterina Caselli e compagni: «Rubano il brano di beneficenza» titola il Corriere, citan do la produttrice discografica. Parole pure condivisibili, ma che sembrano allontanarsi un po’ troppo dal senso originale del progetto: Orrore A 33 Giri sintetizza alla perfezione i miei dubbi (e di tanti altri) in questo post. Se il progetto mira solo a raccogliere fondi per l’Abruzzo, non sarebbe davvero stato meglio vendere il brano ad offerta libera?

Annunci

Bruci la città, un anno dopo

Un anno fa, quando il blog era già bello attivo, diedi parecchio risalto ad una canzone che, prevedibilmente, divenne una delle hit estive: Bruci la città di Irene Grandi; l’interessamento alla canzone derivava dall’autore, un certo Francesco Bianconi, cantante (e penna) dei Baustelle. Ecco, dopo aver sentito la loro versione, eseguita su Radio Uno, non posso fare a meno di canticchiarla di nuovo!

Baustelle live, stasera, a Radio Uno

Per chi se lo fosse dimenticato (come me prima dell’inaspettato colpo di genio) e per chi non lo sapesse (tutti a leggervi questo post, allora), stasera alle 21.00 Radio Uno trasmetterà un concerto dei Baustelle realizzato nella Sala A di Via Asiago a Roma: un’occasione imperdibile per gustarsi la band dal vivo, compreso il nuovo singolo Colombo. Relativamente a questa canzone, vi segnalo un interessante post che lega ogni citazione della serie ad un episodio: un lavoro veramente curioso e estremamente curato.

Io vi ho avvertito, se poi preferite gustarvi la 2nd season di Heroes non posso rimproverarvi! 😉

Colombo – Baustelle

E’ entrata in rotazione radiofonica oggi Colombo, nuovo singolo dei Baustelle: come scelta è piuttosto azzeccata, forse è uno dei brani più immediati del loro ultimo album, Amen, con quel ritornello che ti entra in testa dopo il primo ascolto: personalmente l’ho adorata fin da subito, il testo è davvero curioso e ricrea in maniera impressionante l’atmosfera del telefilm omonimo, da cui trae ispirazione per l’ennesima critica alla società; a breve sarà rilasciato pure il videoclip, che mi auguro sia all’altezza di quello di Charlie fa surf. Da segnalare pure il concerto che, il 18 Aprile, Radio1 trasmetterà live dalla Sala A del centro Rai di Via Asiago a Roma e la presenza al Telefilm Festival di Milano (7-11 Maggio), dove con tutta probabilità si esibiranno proprio con Colombo :un paio di mesi fa scrissi che la scena indie, per i Baustelle, è sempre più lontana: probabilmente non mi sbagliavo.

Leggi il testo di Colombo

Tanti auguri (a me)

Cosa vuol dire compiere gli anni il 3 Febbraio? Quest’anno, senza dubbio, significa farlo dopo due settimane dall’uscita di uno dei videogiochi più attesi di sempre (Zack & Wiki e il tesoro del Pirata Barbaros) e due giorni dopo l’arrivo del cd che non puoi non comprare (Amen). Ecco, resistere fino ad oggi senza è stata dura, ma averli entrambi per il mio compleanno non ha prezzo.

PS: No, la splendida torta là sopra non è mia. Lo scovata su Internet (e lo pure già usata su un forum), ma è talmente bella che non potevo non postarla. Crediti.

Meno uno

Ho esattamente tredici minuti per scrivere questo post, altrimenti mi perderò il pullman sia oggi che domani (visto che non avrò tempo per comprare il biglietto). Bando alle ciance: domani esce Amen, fra due giorni sarà il mio compleanno e fra ventisei ore sarò a tagliarmi i capelli. Tutti eventi eccezionali avvalorati dall’articolo che da TgCom non ti saresti aspettato:  una bella intervista a Francesco Bianconi,  a cui viene dato anche un giusto risalto. Una breve paronamica sulle tracce principali dell’album e qualche spunto di attualità: la scena indie, per i Baustelle, è sempre più lontana. Ora devo scappare (con due minuti d’anticipo).