2008 D.C.

2008

Anno nuovo, tempo di bilanci e amarcord sui 366 giorni appena passati. E che anno il 2008. E’ stato l’anno dei comeback, il ritorno del sintetizzatore di Britney Spears, lo scongelamento dei Bluvertigo, i nuovi album di Tiziano Ferro (di cui sto rivalutando tutta la discografia, segno che sto proprio male) e Baustelle. E, sempre musicalmente, è stato l’anno di X Factor, del successo di Giusy Ferreri, del flop di Sanremo 2008 e le polemiche di Sanremo 2009: dal parto di Thomas Batie e la vittoria di Luxuria all’Isola dei Famosi alla redenzione omosessuale di Povia. Fortunatamente lo Spettacolo del duemilaotto non ha partorito solo morti di fama (come il neo sposo Clemente Russo o la “provocatoria” Raffaella Fico), ma pure le seconde stagioni di Heroes e Ugly Betty, l’atteso Saint Seya Hades e lo spettacolo delle olimpiadi. Tutti contro il web: Mediaset contro YouTube, Ruggeri contro internet, magistratura contro The Pirate Bay. Nel mondo reale invece si sono decise le sorti degli Stati Uniti tra Obama e McCain (ma pure Hillary Clinton) e dell’Italia (sic) con le elezioni di Aprile: in quest’ultimo caso, decisamente più soddisfacenti i risultati degli WordPress Blog Award. Infine il 2008 è stato l’anno di WiiFit, del Cavaliere Oscuro, del gattino Virgola e dell‘iPhone; tra i nuovi nati di casa Apple però la vera sorpresa è stato l’iPod Nano 4G, regalo natalizio del sottoscritto, che si affianca agli insostituibili Nokia N73 e Acer Aspire 5715z. Mica male, no? 😉

♫ Britney Spears – Womanizer

E’ in rotazione radiofonica da stamane Womanizer, il singolo che dovrebbe segnare il comeback (un altro?!) di Britney Spears nel mondo della musica che conta – e che vende: una canzoncina senza pretese cantanta interamente dal computer, che già si candida al ruolo di tormentone di questo autunno/inverno. Come già detto, a me ricorda parecchio Radar, l’ultimo singolo del precedente album Black Out, passato quasi in sordina. Un’ultima nota poco musicale: per girare il videoclip della canzone l’ormai quasi ex Principessa del Pop ha sfoggiato un nuovo look a metà tra Kelly Osbourne e Mara Carfagna; anche in questo caso i commenti si sprecano.

Continua a leggere

Amore di mamma

Avere un parente famoso, magari a livello internazionale, porta a tutto una serie di benefici considerevoli. E quanto nel mezzo si mettano soldi, tanti soldi, la tentazione di lucrarci sopra comincia a diventare allettante: l’ha fatto il fratello di Madonna, che ha sparato a zero sulla sorella tanto cara, e lo sta per fare Lynne Spears, la mamma di Britney e Jamie Lynn, con un libro in uscita nel mese. Già il titolo è piuttosto eloquente: “Through the storm”, dentro la tempesta; e Mamma Spears (s)parla della figlioletta Britney senza remore: a 13 anni l’avvicinamento all’alcol, a 14 al sesso e a 15 le prime droghe. Ci mancherebbe la libertà d’espressione e quelle di critica, ma dov’era la signora Spears quando la figlia faceva tutto questo?
Invece di pentirsi (e magari vergognarsi), meglio scriverci un libro e battere cassa.

Britney Spears è stonata? Incredibile…

Se sai cantare fai il cantante. Se sai scrivere fai lo scrittore (anche di canzoni). Se sai ballare fai il ballerino. Se non sai fare niente di queste cose, sei Britney Spears. O una delle sue seguaci. Il video, relativamente recente, che mostra le reali doti canore della cantante non è certo inaspettato: sarà pure un fake, ma esprime alla perfezione il concetto sopra. Che senso ha cantare “live” quando i tecnici del suono stanno rielaborando in tempo reale il tuo cantato? Basta solo un po’ di presenza scenica – e ultimamente neppure molta – per diventare una Pop Star mondiale.

Il mistero di Jamie Lynn Spears

Lo so, lo so, torno dopo giorni di assenza, salto pure il classico post settimanale di X Factor, e scrivo un post gossipparo su Jamie Lynn Spears. Il fatto è che un dubbio mi sta assillando da qualche settimana: perchè tutto questo interessamento verso di lei? Ne avevo scritto un post a proposito tre mesi fa, Vizi di famiglia, in cui riprendevo la notizia secondo la quale la sedicenne sorella della più celebre Britney sarebbe incinta. La notizia della gravidanza, allora abbastanza insolita (oggi abbiamo la quindicenne al secondo parto), ha totalizzato oltre seicento accessi, piazzandosi al quarto posto degli articoli più letti in assoluto del blog, mantenendosi sempre sugli stessi valori giornalieri. Nessuna novità di rilievo, nessun particolare impegno per la cantante e attrice, eppure continua ad impazzare tra le ricerche di Google, tanto da risultare 18° nello Zeitgeist di Febbraio, le chiavi di ricerca più utilizzate sul motore di ricerca, ben al di sopra della sorella. Insomma, la piccola Jamie Lynn potrebbe ben presto sostituire Britney Spears. E non solo nel cuore dei tanti fan:

WHILE Britney Spears is locked up in a psych ward, her little sister Jamie Lynn is also being kept in ‘hiding’ for her own sake.

Era il 5 Febbraio e, mentre Britney era ancora chiusa in clinica, lei è stata “nascosta”, pare perchè stesse ingrassando molto. Altre voci dicono invece che Jamie abbia tradito almeno due volte il proprio fidanzato dopo l’annuncio della gravidanza e che quindi sia una sorta di tutela: effettivamente il fidanzamento ufficiale con Casey Aldridge, compagno storico e padre del bambino, è avvenuto solo nei giorni passati.

There is now speculation that the real father might be an older television executive who oversees her show.

Secondo A Socialite’s Life, pare inoltre che il padre del bambino possa non essere Casey Aldridge, ma un dirigente della Nickelodeon, dove la ragazza lavorava. Piuttosto agghiacciante.