2008 D.C.

2008

Anno nuovo, tempo di bilanci e amarcord sui 366 giorni appena passati. E che anno il 2008. E’ stato l’anno dei comeback, il ritorno del sintetizzatore di Britney Spears, lo scongelamento dei Bluvertigo, i nuovi album di Tiziano Ferro (di cui sto rivalutando tutta la discografia, segno che sto proprio male) e Baustelle. E, sempre musicalmente, è stato l’anno di X Factor, del successo di Giusy Ferreri, del flop di Sanremo 2008 e le polemiche di Sanremo 2009: dal parto di Thomas Batie e la vittoria di Luxuria all’Isola dei Famosi alla redenzione omosessuale di Povia. Fortunatamente lo Spettacolo del duemilaotto non ha partorito solo morti di fama (come il neo sposo Clemente Russo o la “provocatoria” Raffaella Fico), ma pure le seconde stagioni di Heroes e Ugly Betty, l’atteso Saint Seya Hades e lo spettacolo delle olimpiadi. Tutti contro il web: Mediaset contro YouTube, Ruggeri contro internet, magistratura contro The Pirate Bay. Nel mondo reale invece si sono decise le sorti degli Stati Uniti tra Obama e McCain (ma pure Hillary Clinton) e dell’Italia (sic) con le elezioni di Aprile: in quest’ultimo caso, decisamente più soddisfacenti i risultati degli WordPress Blog Award. Infine il 2008 è stato l’anno di WiiFit, del Cavaliere Oscuro, del gattino Virgola e dell‘iPhone; tra i nuovi nati di casa Apple però la vera sorpresa è stato l’iPod Nano 4G, regalo natalizio del sottoscritto, che si affianca agli insostituibili Nokia N73 e Acer Aspire 5715z. Mica male, no? 😉

Annunci

Hunter x Hunter torna al sabato

Ne avevo parlato meno di due mesi fa, eppure al peggio non c’è mai fine: Hunter X Hunter, raggiunto un discreto successo pure in Italia, ha una nuova collocazione oraria, studiata non certo per promuovere il finale, abbastanza prossimo, della serie animata. I restanti 15 episodi saranno infatti trasmessi ogni sabato mattina alle 9.45, seguiti poi da I cavalieri dello zodiaco (a cui è stato riservato un trattamento simile), in modo da lasciare lo spazio quotidiano alle repliche di Dragon Ball (in Italia in onda dal 1989), i filler di Naruto e I Simpson (che andranno in onda pure alle 19.40). Ancora una volta Mediaset dimostra di non aver nessun rispetto per i suoi spettatori, relegando prime visioni importanti ad orari impossibili e promuovendo altri prodotti in maniera imbarazzante.