X Factor: quarta puntata

Per la prima volta in quattro puntate, X Factor subisce una battuta d’arresto nei dati d’ascolto che, seppur essendosi mantenuti su livelli (troppo?) bassi, erano in lenta ascesa: 2.079.000 gli spettatori che hanno seguito la trasmissione, con uno share del 10,62%. 39.000 persone in meno, ma uno share più alto di quasi mezzo punto, seppure sia finito in perfetto orario (00:30, hanno spaccato il secondo). Eliminati della puntata Dante, al centro di una lite con il suo vocal coach che senza dubbio gli ha fatto perdere colpi (e un memorabile testa a testa fra la sua fidanzata e la Ventura), e i 4Sound, al terzo ballottaggio con una canzone (XDono) più adatta del solito alle loro corde, ma forse troppo azzardata quando a scegliere l’eliminato è proprio la discografica di Tiziano Ferro.
Piccola delusione per l’angolo dei Talenti Incompresi che ha ospitato un duo, i Dark Angel, né particolarmente talentuoso né trash come quelli passati: dopo il record di accessi su YouTube di Mauro Petrarca (in 50.000 hanno guardato il video di Marta la Cornacchia e in quasi 70.000 quello dei provini), un deciso passo indietro.
X Factor stenta a decollare e il palinsesto ballerino non aiuta la fidelizzazione: parte dell’insuccesso di X Factor è indubbiamente colpa di Rai Due. Vedremo se saprà risollevarsi nelle prossime settimane (ma soprattutto se saprà sfornare una vera e propria star).
Annunci