C’è ancora qualcuno pazzo per la tele?

pazzixtele

Vediamo di riprendere lentamente il punto dopo quasi il mese di pausa – X Factor escluso – che si è preso il blog. E’ partito ed è stato chiuso quasi istantaneamente Tutti pazzi per la tele. Un anno fa non avevo sprecato le lodi per uno dei pochi (l’unico?) programma generalista che non sapesse troppo di già visto o che fosse inguardabile, quindi tutto ci si poteva aspettare tranne un’involuzione di questa portata. E invece: ospiti poco sorprendenti, nuovo studio (abbandonato quello – adorabile – tutto bianco per uno in classico stile Rai Uno), un’Antonella Clerici già adesso noiosetta e sopratutto un clima terribilmente soporifero. Tutto da rifare. Scopro poi che è cominciato anche Amici nonsochenumero, che è entrato nella scuola una vecchia conoscenza di questo blog nonché un aspirante emo che fa di cognome Flauto. E che tra flop, conferme e reality neanche cominciati (vedi La Tribù), il picco d’ascolti l’ha fatto Annozero. E che la D’Addario su Rai Due ha doppiato (28% a 13,47%) il Berlusconi di Porta a Porta. Forse la stagione non è cominciata così male.

Annunci

Sanremo09: Ufficio di collocamento

sanremo09Mica male l’idea di Bonolis: oltre ai 16 Artisti di Fama e le Proposte, quelli accompagnati (raccomandati?) da un cantante famoso, hanno selezionato pure 90 video pervenuti via web e il popolo di internet ne sceglierà uno da far esibire sull’Ariston. E, sorpresa, ci sono parecchie conoscenze: tra tutti Emanuele Dabbono, Antonio Marino e 4 Sound da X Factor prima edizione. E poi Roberto Casalino (coautore, assieme a Ferro, dei brani per Giusy Ferreri), Ania (Nuda), Rino de Maria (Rilassati un po’), Enrico Nigiotti (Addio), Luca Butera (quello primo su iTunes), gli Studio 3: insomma, tutta gente con uno zoccolo duro di fan votanti considerevole. Ergo, alla faccia della meritocrazia, il vincitore sarà fra questi.
PS: Per inciso, la previsione del sottoscritto vede favorito Dabbono, seguito dagli Studio 3.

Enrico Nigiotti e «Addio»

Ci mancava solo che mi improvvisassi talent scout musicale, comunque segnatevi questo nome: Enrico Nigiotti, ventenne livornese, farà strada. Il suo primo singolo, «Addio», ha un discreto potenziale (magari un testo meno banale avrebbe giovato) e, per quanto possa essere poco indicata per il periodo estivo (io l’avrei lanciata a fine Agosto), ha già un video in rotazione su MTV e All Music. Attualmente è sotto la Sugar di Caterina Casalli e l’album non dovrebbe uscire prima dell’estate. Cercando sul web potete trovare il sito ufficiale, il MySpace, il canale su YouTube, il profilo su Imeem (di cui ignoravo pure l’esistenza) e Facebook. Intervistato da Il Tirreno, Enrico ha detto:

Le cose sono andate così: appena presa la maturità, avevo scritto diverse canzoni ma registrarle costava parecchio. Mia madre allora mi ha messo davanti ad una scelta: come premio vai in vacanza dove vuoi tu, oppure registri il demo e lo mandi alle case discografiche. Inutile dire che pochi giorni dopo stavo spedendo il mio demo alla Sugar. Sei mesi dopo mi hanno chiamato, sono andato a Milano a fare un provino. È andato bene e mi hanno fatto il contratto. […] Mi sono trovato subito davanti a Caterina Caselli, che è una persona fantastica. Poi prima del contratto sono seguiti altri incontri, quattro mesi di provini. Per ora con la Sugar abbiamo preparato il singolo. So che è pronto, ma la data di uscita non è ancora fissata. Questa estate finirò l’album.

Insomma, il ragazzo è un debuttante assoluto, ma va tenuto sott’occhio: il prossimo 19 Luglio calcherà il palco dell’Italia Wave a Livorno, accanto a star del calibro di Chemical Brothers, The Verve, Gnars Barkley, Elio e le Storie Tese, Tricarico e molti altri. Non male come inizio…

base

Continua a leggere