Tiziano Ferro, Alla mia età e la pseudorecensione

tizianoferro

Il nuovo album di Tiziano Ferro è atipico. Decisamente atipico. Da qualche giorno è in rotazione continua su iTunes e sul fido mp3, ma stento ancora a capirlo, a trovargli un senso globale: dovrebbe essere il disco della maturità, quella in cui prevale il Tiziano cantautore e non solo interprete, quello in cui si mette a nudo e abbandona i ritmi del passato. Poi però inanella una serie impressionanti di collaborazioni (Ivano Fossati, Franco Battiato, Laura Pausini, Kelly Rowland) e piazza un paio di pezzi sullo stile r&b del passato apparantemente slegati dal resto dell’album. Nel complesso godibile, pure un po’ maturo, ma niente capolavoro. Continua a leggere

Annunci