In Paradiso non si beve caffé. O almeno credo.

Lavazza contro Nespresso. Che poi sarebbe come dire Paolo Bonolis contro George Clooney. O Laurenti contro Clooney, che suona ancora meglio. Insomma, la Nespresso ha deciso di ambietare i loro spot – destinati al mercato internazionale – in Paradiso ed i colleghi della Lavazza se la sono presa perchè:

È tutto uguale, l’ambientazione è identica così come l’idea del caffè da Paradiso.

A parte che il Paradiso non è ancora stato ceduto in esclusiva dal Vaticano a nessuna produttrice di caffè, a parte il fatto che “un elemento in comune = plagio” mi sembra una gran cavolata, a parte che gli spot ci sono da oltre un mese e la polemica è nata solo in questi giorni, la pubblicità della Nespresso è veramente carina. Viceversa quella della Lavazza è il peggior esempio di pubblicità all’italiana: banale, ripetitiva e vagamente bagaglinesca. Non potrebbero ritirare dalla televisione Bonolis e compagni e lasciare Clooney? No, così per sapere… Continua a leggere

Annunci