Gossip Girl

gossipgirl

Pensavo peggio: mi è sembrato meno drama, ma soprattutto meno teen di prodotti analoghi come The O.C. E poi come non amare una serie in cui la vera protagonista è Kristen Bell, che recita nel ruolo di una blogger, ma che in realtà è solo una voce narranta che non si vede mai (ma proprio mai)? Ecco, non si può non apprezzarla. La storia non è ancora decollata, però pare già abbastanza interessante: l’alta percentuale di personaggi odiosi, poi, dovrebbe garantire una buona dose di cattiveria, indispensabile per alimentare una serie come Gossip Girl. Stasera stanno andando in onda altri due episodi (e via, quattro in due giorni, così si levano il pensiero), come di consueto seguite dalle repliche di Dirty Sexy Money (che riaccendono un lumicino di speranze per l’arrivo in Italia della seconda serie).

Annunci

Generazioni

heroes2

– Attenzione, contiene spoiler sulla seconda stagione di Heroes. –

Post nato al solo scopo di evidenziare la mia incompetenza in campo serial: a me la seconda stagione di Heroes è piaciuta. Terminata domenica sera in chiaro su Italia1 ad un orario improponibile con una programmazione improponibile (lo so, lo dico sempre, ma dovrò pure sfogarmi XD) ha senz’altro pagato l’ormai temutissimo sciopero degli sceneggiatori con una fine che più affrettata non si poteva. Detto questo, di aspetti positivi ce ne sono stati: i nuovi personaggi, ad esempio. Fra tutti Elle Bishop/Kristen Bell (adorabile sia come personaggio che come attrice <3) e pure Monica Dawson/Dana  Davis (che non sarà amatissima dai fan, però ha dei poteri interessanti e sembra la classica gran brava ragazza).
Capitolo Peter Petrelli: per onorare il ciuffo emo, continua il suo percorso autolesionista candidandosi a personaggio più odiato di sempre (assieme a Mohinder, ovvio), prima con la storia della memoria persa, poi con la tormentata storia d’amore (ricordiamoci sempre che ha lasciato tranquillamente la fidanzata nel futuro) e infine con il passaggio al lato oscuro della forza.
Capitolo Micah: altro che cheerleader, salvate questo povero ragazzino: al di là della ridicola morte del padre, al di là del cuggino, alla fine gli è morta pure la madre già malata. Fingerò di non aver visto l’inutile morte di Niki, oltretutto confermata dall’assenza della Larter nel cast della terza stagione : la rivoglio, subito.
Capitolo Sylar: l’idea di fargli facre un’intera stagione senza poteri è stata tanto folle quanto azzeccata. Certo, rompere un paio di teste a mani nude non ha un minimo del fascino della modalità ti-apro-come-una-scatoletta, anche se il prologo del terzo volume fa ben sperare: come un novello Braccio di Ferro (._.), ha portato a se una scatoletta di spinaci. This is Villains (ehr, Criminali).