X Factor: undicesima puntata

Laura è uscita nel ballottaggio contro Jury: la undicesima puntata di X Factor ci dimostra come le entrate work in progress siano perlopiù inutili. L’eliminazione era altamente prevedibile, meno la presenza in sfida del giovane bresciano: ennesimo candidato alla vittoria finale, Jury ha visto crollare le sue quotazioni tutte in un colpo. Poco contano le attestazioni di stima: la finale sarà una lotta tra Bastard Sons of Dioniso e Matteo. In modo particolare quest’ultimo ha un enorme potenziale, sfociato ieri sera nel duetto con Elisa Rossi, una delle poche unioni veramente vincenti. Ok, pure Noemi+Giops e Bastard+Farias sono stati divertenti, ma il vero feeling musicale era tra gli “adulti” del gruppo: tutti gli altri un pò sottotono. In particolare hanno fatto peggio del solito il già citato Jury (ombra di Ambra Marie prima, poco credibile nelle vesti del cantante impegnato poi) e Daniele (che pure non aveva fatto malissimo con Serena, ma è scivolato nell’autoreferenzialissima Stai Fermo Li).
Ospiti della puntata John Mayer, Amy McDonald (brava, ma sprecata a mezzanotte passata) e Mike Bongiorno (semplicemente folle, fuori dal tempo e privo di misura: è questo il dazio per la promozione a Rai Uno?). Se ne va invece, al momento dell’eliminazione, Morgan: reazione comprensibile, magari un po’ insofferente nei confronti di Laura rimasta sola sul palco. Facchinetti, che ricordiamo essere il conduttore rivelazione dell’anno, aveva infatti chiesto subito a Mara chi eliminare, togliendo il tipico effetto sorpresa: prontamente ridarguito da un po’ tutti, si è corretto chiamando ad esprimersi Morgan, il quale non ha visto di buon occhio l’ordine forzato per creare più pathos ed ha sbottato. Giustamente.

Annunci

X Factor: decima puntata

Serata di grande notizie ad X Factor: la prima è l’eccezionale – e folle – spostamento di rete per la finale. Il 14 Aprile vedemo X Factor su Rai Uno: invece di spiccare il volo sulla rete cadetta, si accontenteranno di un modestissimo riscontro sull’ammiraglia (riuscirà ad andare sopra i 4 milioni?). Giacchè la musica batte sempre e solo sul Due. Più entusiasmante la seconda notizia: martedì prossimo i concorrenti in gara si fronteggeranno con il supporto dei vecchi eliminati. Le possibilità sono infinite ed allettanti (Bastard e Giops? Noemi e Ambramarie?), resta solo da capire se – vista la differenza tra i 10 eliminati ed i 6 ancora in gara – qualcuno verrà escluso da questo giochino. Ogni riferimento a Sinacria, Giacomo e S.O.S. è puramente casuale. Ci sarà pure Enrico, eliminato della settimana: epilogo per lui purtroppo prevedibile, meno scontata invece la presenza di Noemi al ballottaggio, pur continuando ad anellare esibizioni impressionanti. I giudici la amano (tanto che sia la Ventura che la Maionchi hanno fatto fuori il Nordio), dunque potrebbe comunque arrivare in finale (Dabbono insegna); la vittoria è però un miraggio inarrivabile. Così come probabilmente non andrà lontano (all’interno del talent) Laura: entrata a sorpresa con un’esibizione di non facile comprensione, rischia di uscire direttamente la prossima settimana. Debuttare alla decima puntata sembra solo un modo per allungare il brodo inutilmente.
Per quando riguarda la sfida con Amici, X Factor ne è uscito con 2.781.000 spettatori e un 13,29% di share. Peggior risultato di quest’edizione in valori assoluti, non malissimo in share.

Sanremo 08: le mie pagelle

sanremo.pngFinalmente, dopo sei giorni di notizie, posso approfondire un po’ più dal lato personale la questione Festival di Sanremo, chiudendo definitavemente (o quasi) l’argomento che tanto interesse continua a suscitare; di seguito un po’ tutto il giudicabile di questa manifestazione, in continuo aggiornamento.

I Bocciati

  • Pippo Baudo Fa il suo mestiere, ma scivola sull’Italia di m… che non guarda il suo Festival di gran qualità. L’ultimo.
  • Vallette Pretendevano l’appellativo di co-conduttrici, ma non hanno lasciato il segno. Nel complesso inutili.
  • Tiromancino Potevano (dovevano) fare il botto con la loro Rubacuori, diventata piatta e monotona. C’è di peggio, ma la delusione brucia.
  • Arturo Brachetti Il consulente che pareva dovesse rivoluzionare l’Ariston, come molti hanno sottolineato, si è dileguato. Anche lui inutile.
  • Giuria di qualità Pur non avendo fatto danni irreparabili (al di là di Moro, hanno avuto la decenza di mettere decima la Tatangelo), è inconcepibile che un vip, in quanto tale, debba valere più di un membro della demoscopica.
  • Televoto Dopo Al Bano secondo del passato anno, i televotatori hanno di nuovo eletto i loro idoli. Nell’ordine, Finley, Tatangelo e Meneguzzi. Dannoso.
  • Ascolti Troppo facile sparare sul Festival meno visto di sempre. E senza controprogrammazione.
  • Carlo Verdone Una pubblicità del genere per me è semplicemente inconcepibile. L’avevo già detto, molto meglio il Verdone del 2006.

I Rimandati

  • Piero Chiambretti Ci ha provato, in parte ci è riuscito, in parte è stato un totale fallimento. Troppo ripetitivo e costruito, ma non da buttare.
  • Andrea Osvart Bocciate nel complesso le vallette in quanto tali, ma la Osvart (come la Guaccero, del resto) rimane piuttosto gradevole. Apprezzo la voglia di fare, l’impegno e il miglioramento dopo il disastroso debutto.
  • Scenografia Non ho ancora capito se mi è piaciuta, bella l’idea del diamante-botola (un po’ meno il diamante stesso) e ancora ottime le scale che fungono da enorme schermo. Divertente pure l’orchestra volante.
  • Canzoni Niente di davvero bello, qualche picco negativo, ma nel complesso siamo nella media sanremese. C’è stato di meglio.
  • Frankie Hi Nrg MC La sua Rivoluzione non è male, ma sdoganare il rap sull’Ariston con villino-quartierino è degno del peggiore dei Fabri Fibra.
  • Ospiti internazionali Cantano in playback ma rimangono superiori a tanti dei cantanti in gara. Così e così.

I Promossi

  • Dopofestival Anche questo era scontato, non l’ho quasi mai seguito, ma i pezzi che ho visto sono stati sopraffini. Vogliamo un Festival così!
  • Giorgia Nonostante i super ospiti italiani siano qualcosa di incomprensibile, lei ha saputo dimostrare che se in gara ci fosse stata davvero non ci sarebbe stata sfida.
  • Tricarico Lui è piuttosto odioso, la canzone niente di particolare, l’interpretazione lascia a desiderare, ma in un contesto del genere tutto cambia. Straordinariamente fuori dal mondo.
  • Bianca Guaccero Non ha fatto scintille, forse Sanremo l’ha legata fin troppo. Come per la Osvart, le vallette erano trascurabili, ma lei potrebbe avere un futuro.
  • Duetti La serata più interessante del Festival, dal trio Gazzè-Turci-Rei ai Neri per Caso con Mietta.
  • L’Aura Non piace a tutti e all’Ariston ha subito solo ingiuste batoste. Bel testo, ottima la collaborazione con i Rezophonic.

Sanremo 08: La scaletta della finale

sanremo.pngUltimo post prima della finalissima di Sanremo 08, evento che ha monopolizzato i post di questo (ma non solo) blog. Ieri sera vittoria nei Giovani per i Sonohra (niente di nuovo a Sanremo), premio della critica per i Frank Head (successo, perlomeno radiofonico, annunciato) e buon risultato per La Scelta (secondo posto complessivo, giustamente i più acclamati dalla giuria di qualità). Per quanto riguarda stasera invece, dopo aver già parlato degli artisti più quotati (le scomesse Snai sono ormai chiuse, quindi nessuna sostanziale modifica rispetto a ieri), non resta che presentarne il programma: ancora una volta ad aprire la serata sarà Paolo Meneguzzi («Grande») e a chiuderla Tricarico («Vita Tranquilla»). Di seguito la scaletta completa della prima parte:
  • Paolo Meneguzzi
  • Gianluca Grignani
  • Little Tony
  • Toto Cutugno
  • L’Aura
  • Anna Tatangelo
  • Amedeo Minghi
  • Mario Venuti
  • Giò di Tonno e Lola Ponce
  • Michele Zarrillo
E quella della seconda:
  • Fabrizio Moro
  • Tiromancino
  • Frankie Hi Nrg Mc
  • Finley
  • Mietta
  • Max Gazzè
  • Sergio Cammariere
  • Eugenio Bennato
  • Tricarico

Sanremo 08: le ultime previsioni in vista della finale

sanremo.pngSiamo ormai verso la fine anche di questo Sanremo contestato e deludente, criticato da tutti, ma che è riuscito comunque a catalizzare l’attenzione di tutti. Stasera verrà premiato il vincitore dei Giovani, scelto tra i finalisti Milagro, Jacopo Troiani, La Scelta, Sonohra, Valerio Sanzotta, Frank Head, Ariel e Giuia; ad alternare le esibizioni delle nuove proposte ci saranno i superospiti italiani: Pooh, Fiorella Mannoia, Giorgia e Jovanotti (con Ben Harper, confermato con la firma della liberatoria). Tornando invece ai Big, di seguito troverete la classifica in base alle scommesse Snai.

  1. Giò di Tonno e Lola Ponce (2,00)
  2. Anna Tatangelo (4,00)
  3. Sergio Cammariere (6,00)
  4. Fabrizio Moro (7,00)
  5. Mietta (8,00)
  6. Tiromancino (20,00)
  7. Max Gazzè (25,00)
  8. Toto Cutugno (25,00)
  9. Tricarico (25,00)
  10. Gianluca Grignani (30,00)
  11. Little Tony (35,00)
  12. Mario Venuti (35,00)
  13. Michele Zarrillo (35,00)
  14. Frankie Hi Nrg Mc (50,00)
  15. Eugenio Bennato (50,00)
  16. Amedeo Minghi (66,00)
  17. Finley (66,00)
  18. L’Aura (66,00)
  19. Paolo Meneguzzi (66,00)
Cade finalmente il predominio di Anna Tatangelo, mentre diventa sempre più certa la vittoria della coppia Di Tonno-Ponce. Nelle retrovie troviamo invece Finley e Paolo Meneguzzi (previsioni un po’ troppo pessimistiche per loro, il televoto probabilmente saprà risollevare le stroncature della critica) e L’Aura, passata, scandalosamente, in secondo piano con la sua Basta!, uno dei migliori brani in gara. Un vero peccato.

Sanremo 08: stasera al via

Mancano ormai poche ore al debutto del 58° Festival della canzone italiana, da questa sera per cinque sere su Rai Uno, come sempre in diretta dal Teatro Ariston di Sanremo. Super favorita per la vittoria Anna Tatangelo (quotata a 3,00, praticamente vittoria certa), mentre stupiscono Mietta (con 6,00) e la coppia Giò di Tonno e Lola Ponce (8,00). Tra gli ultimi invece Eugenio Bennato e Tricarico (entrambi a 50,00), assieme a Finley, Loredana Bertè e Frankie Hi Nrg (40,00).

Le proposte che invece sembrano più valide sono altre: tra tutte L’Aura (un paio di post a proposito li trovate qua) con la sua Basta!, nonché i Tiromancino con la contestatissima Il rubacuori. E qualche piacevole sorpresa potrebbe essere firmata da Max Gazzè o Frankie Hi Nrg.

Ad esibirsi stasera saranno solo la metà dei cantanti, dopo il salto la scaletta completa.

Continua a leggere