Generazioni

heroes2

– Attenzione, contiene spoiler sulla seconda stagione di Heroes. –

Post nato al solo scopo di evidenziare la mia incompetenza in campo serial: a me la seconda stagione di Heroes è piaciuta. Terminata domenica sera in chiaro su Italia1 ad un orario improponibile con una programmazione improponibile (lo so, lo dico sempre, ma dovrò pure sfogarmi XD) ha senz’altro pagato l’ormai temutissimo sciopero degli sceneggiatori con una fine che più affrettata non si poteva. Detto questo, di aspetti positivi ce ne sono stati: i nuovi personaggi, ad esempio. Fra tutti Elle Bishop/Kristen Bell (adorabile sia come personaggio che come attrice <3) e pure Monica Dawson/Dana  Davis (che non sarà amatissima dai fan, però ha dei poteri interessanti e sembra la classica gran brava ragazza).
Capitolo Peter Petrelli: per onorare il ciuffo emo, continua il suo percorso autolesionista candidandosi a personaggio più odiato di sempre (assieme a Mohinder, ovvio), prima con la storia della memoria persa, poi con la tormentata storia d’amore (ricordiamoci sempre che ha lasciato tranquillamente la fidanzata nel futuro) e infine con il passaggio al lato oscuro della forza.
Capitolo Micah: altro che cheerleader, salvate questo povero ragazzino: al di là della ridicola morte del padre, al di là del cuggino, alla fine gli è morta pure la madre già malata. Fingerò di non aver visto l’inutile morte di Niki, oltretutto confermata dall’assenza della Larter nel cast della terza stagione : la rivoglio, subito.
Capitolo Sylar: l’idea di fargli facre un’intera stagione senza poteri è stata tanto folle quanto azzeccata. Certo, rompere un paio di teste a mani nude non ha un minimo del fascino della modalità ti-apro-come-una-scatoletta, anche se il prologo del terzo volume fa ben sperare: come un novello Braccio di Ferro (._.), ha portato a se una scatoletta di spinaci. This is Villains (ehr, Criminali).

Annunci

So Weird! #4

[1] Dopo l’orsetto Amy, la Winehouse torna ad essere di nuovo un giocattolo: per il trentennale di Lego verranno infatti riprodotti i classici omini con le fattezze delle star di oggi. Oltre alla cantante inglese, anche Madonna, David e Victoria Beckham, Angelina Jolie, Brad Pitt e i loro due gemelli, oltre ai giudici di X Factor UK. Queste riproduzioni – piuttosto bruttine, a dir la verità – non verranno però messe in vendita, ma utilizzate solo dalla stessa Lego.

[2] Organizzare un matrimonio a solo scopo promozionale? L’hanno fatto in Giappone, ma a sposarsi è stata una coppia un po’ insolita: i due sono Ken e Julia, direttamente dalla celeberrima serie Ken il Guerriero. Per promuovere il nuovo lungometraggio ispirato al manga, è stato inscenato una vera e propria cerimonia nunziale con 3000 invitati in carne e ossa e… gli sposi in vera plastica!

[3] Ho già parlato di mouse bizzarri in questa sede: questo però, oltre ad essere originale, è pure bello. Il mouse wireless in questione è infatti una piccola riproduzione delle Converse All-Stars rigorosamente amatoriale, quindi – purtroppo – non in vendita.

[4] La terza stagione di Heroes è partita in America da pochi giorni, ma per i fan di Milo Ventimiglia c’è un progetto ancor più interessante: Milo Ventimiglia’s Rest. E’ un fumetto coprodotto dallo stesso attore, che presta pure le fattezze al protagonista, dipendente da una droga che gli permette di non dormire. Il numero 0 è finalmente online.

Separati alla nascita: Matteo Tagliariol e Milo Ventimiglia

Da una parte Matteo Tagliariol, neo medaglia d’oro olimpionica per la scherma, dall’altra Milo Ventimiglia, il Peter Petrelli di Hereos. Sono o non sono identici? Sì, lo sono, anche se le immagini che ho scelto non rendono giustizia a tale somiglianza.
Piuttosto, quanto scommettete che Tagliariol sarà il prossimo Montano? Secondo me potrebbe pure volare alla volta della imminente nuova edizione de La Talpa.

PS: siamo d’estate, non c’è uno stralcio di notizia interessante, concedetemi questi articoli senza senso: tanto tutti i lettori saranno in vacanza e nessuno si ricorderà di questo post, vero?