Hunter x Hunter torna al sabato

Ne avevo parlato meno di due mesi fa, eppure al peggio non c’è mai fine: Hunter X Hunter, raggiunto un discreto successo pure in Italia, ha una nuova collocazione oraria, studiata non certo per promuovere il finale, abbastanza prossimo, della serie animata. I restanti 15 episodi saranno infatti trasmessi ogni sabato mattina alle 9.45, seguiti poi da I cavalieri dello zodiaco (a cui è stato riservato un trattamento simile), in modo da lasciare lo spazio quotidiano alle repliche di Dragon Ball (in Italia in onda dal 1989), i filler di Naruto e I Simpson (che andranno in onda pure alle 19.40). Ancora una volta Mediaset dimostra di non aver nessun rispetto per i suoi spettatori, relegando prime visioni importanti ad orari impossibili e promuovendo altri prodotti in maniera imbarazzante.

Annunci

Manga: Naruto il mito 28

Come Death Note, anche Naruto è uno dei prodotti giapponesi di maggior spessore: sia il manga che l’anime (entrambi in prosecuzione sia in Giappone che naturalmente in Italia) hanno ricevuto e stanno ricevendo grandissimo successo in tutto il mondo. Merito di questo successo è certamente imputabile alla giusta alchimia di generi: tanta azione assieme ad una componente tattica (e riflessiva) e a qualche risata; insomma, Naruto sta qualche spanna sopra a Dragon Ball, paragone obbligato visto il successo e l’orientamento shonen comune ad entrambi. Il grande successo in Italia è arrivato con la trasmissione della serie animata (da Settembre 2006 su Italia1, tuttora in onda) e la nuova edizione del manga, Naruto il Mito, inizialmente addirittura quindicinale, da questo mese bimestrale. Tante altre informazioni sia sulla versione cartacea che sulla serie animata sono nel Portale di Naruto su Wikipedia.

Una sorta di nuovo inizio per Naruto? Il volume 28 (uscito il 6 Marzo per l’edizione Il Mito, parecchi mesi fa per la prima) è ambientato due anni e mezzo dopo le vicende narrate nei primi ventisette numeri: partito Sasuke e fallita la missione di Shikamaru, avevamo lasciato i ninja del Villaggio della Foglia (e dei nuovi alleati della Sabbia) alle prese con la nuova vita quotidiana. Si prospettava invece una nuova vita per Naruto e Sakura, entrambi alle prese con nuovi allenamenti: il primo in pellegrinaggio assieme a Jiraya, la seconda alle prese con l’arte medica insieme al nuovo hokage Tsunade. Le nuove vicende si aprono proprio con il ritorno di Naruto al villaggio natale e l’incontro con i vecchi amici e le tante novità: il nuovo Gruppo Sette (composto da Naruto stesso, Sakura e Kakashi), la promozione a chunin dei vari ninja della Foglia e l’elezione a Kazekage di Gaara. La nuova routine viene però immediatamente interrotta da ALBA, l’organizzazione dei vari ninja traditori, che attacca il Villaggio della Sabbia per rapirne lo stesso Kage…

  • NARUTO Il Mito 28 (Masashi Kishimoto)
    Planet Manga – € 3.90 – 06/03/2008 – 11×17 – 192 pp

Manga superano Comics (e Disney ne approfitta)

La notizia è balzata in prima pagina solo ieri, ma non stupisce certo leggere che i manga stiano raccogliendo sempre più successo, tanto da sorpassare negli USA i ben più classici comics. Per gli ormai pochi che non lo sapessero, con il termine manga si intendono generalmente tutti i fumetti prodotti in Giappone (questa regola vale però solo al di fuori del Sol Levante, dove invece tutti i fumetti vengono chiamati manga), caratterizzati dalla lettura all’orientale procedente da destra verso sinistra.

La rivista Wired ha infatti stimato che negli ultimi quattro anni le vendite statunitensi dei manga siano triplicate, merito soprattutto di veri e propri best seller del fumetto quali Naruto e Death Note. E anche nel resto dell’Occidente la tendenza è la medesima: in Francia (secondo mercato mondiale del settore) il 22% delle pubblicazioni di ogni tipo sono di origine giapponese e pure in Italia, roccaforte Disney e Bonelli, il 58% dei fumetti pubblicati sono manga.

Per far fronte a questi aumenti, la Disney ha pensato di re-inventare i suoi personaggi in una veste orientale per la nuova collana Disney Manga, partendo con Kingdom Hearts, quattro volumi tratti dall’omonima serie videoludica (già famosa per essere una sorta di crossover tra Final Fantasy e i classici personaggi Disney), per seguire con W.I.T.C.H. (tratto dall’omonimo fumetto che già strizzava l’occhio allo stile giapponese), Lilo & Stich, Mosters INC. e Finding Nemo (da notare la scelta di mantenere i nomi originali anziché adottare la traduzione italiana). Il primo manga Disney è uscito il 10 Febbraio (3,90€), seppur tra qualche critica, come la scelta di non voler adottare la lettura orientale.