X Factor, quarta puntata.

xxxfactor

Quarta puntata di X Factor: il traguardo del primo mese è ormai vicino ed il talent dovrebbe cominciare ad entrare nel vivo. Esce Ornella ed è la prima perdita per Morgan: uscita scontata ed ampliamente prevista, un po’ ingiusta visto che l’ interpretazione di One era stata in fin dei conti la sua migliore esibizione (e la virata rock promessa dal Castoldi sarebbe stata interessante), senza contare che a sfidarla c’era Sofia, che è brava e può fare cose carine ma fino ad adesso è stata molto molto sottotono. L’evento della serata era però un altro: l’ospitata dei Tokio Hotel. Rigoroso playback, fan urlanti stipate un po’ ovunque – fuori e dentro lo studio – e una presentazione degna di leggende viventi della musica  (che sia per “scusarsi” del boato che avevano smosso nella puntata precedente?). L’altro evento, decisamente di minore impatto (non che sia facile essere di minor impatto dei Tokio Hotel), è stato il collegamento con l’ultimo concerto dei Pooh: scenetta un po’ imbarazzante, vista la discrepanza di target e il fastidioso sapore familiare (“Ehi papà” …), ma che tutto sommato è stata meno lunga del previsto. Per quanto riguarda le esibizioni, ha debuttato ufficialmente Mario (portando La Crisi dei Bluvertigo, ben fatta ma non così riuscita come era lecito aspettarsi), mentre vola dritto dritto verso la finale Marco: canta dannatamente bene, le canzoni sono sempre azzeccatissime e – lo ripeto per l’ennesima volta – è quello che potrebbe funzionare meglio fuori da X Factor. Psycho Killer poi è stata la miglior esibizione della serata, anche trascurando il look à la Sylar che – citazione o meno – era azzeccatissimo.

PS: E Claudia Mori? A parte un (insopportabile) filmato iniziale, nessuno ha più menzionato la sfuriata, le “sgarberie” e le minacce di abbandono che avevano tenuto banco sette giorni fa e che avevano scatenato l’attenzione di tutti i media. Mah.

Annunci

Nuove forme di viral marketing: Tom Kaulitz aggredisce una fan!

tokiohotel2

Sembravano spariti, i Tokio Hotel. Di solito è quella la parabola discendente delle boyband e idoli delle ragazzine: esplodono con un album, escono le ristampe dei vecchi lavori, ma nel periodo di attesa per nuovo materiale nasce un nuovo fenomeno e ritornano nell’oblio. I Tokio Hotel, dicevamo, hanno deciso di puntare su altro per mantenere viva l’attenzione: prima la nomination a peggior gruppo dell’anno, adesso la denuncia per violenza. Tom Kaulitz, negli inediti panni di bad boy, avrebbe infatti picchiato una fan che avrebbe spento una sigaretta sulla macchina di lui che le avrebbe lanciato il chitarrista. Un trionfo di condizionali, insomma. Magari è la volta buona per farli imparare – i condizionali – alla Generazione Tokio Hotel.

PS: Anche le boyband nostrane non sono da meno: in corrispondenza del lancio del nuovo album, i Pooh hanno annunciato l’abbandono del batterista.

X Factor: decima puntata

Mancano solo due settimane al gran finale di X Factor e il cast dei finalisti si sta pian piano delineando. Ad essere eliminati in questa puntata sono stati i Cluster, gruppo vocale di Morgan, che hanno sottolineato ancora una volta come le new entry, ad eccezione di Giusy, non abbiano fatto breccia nel cuore dei televotanti: dopo Gino e Silvia, anche il gruppo genevose entrato all’ottava puntata ha lasciato il gioco, scontrandosi con Ilaria. Certamente penalizzati da una canzone non propriamente popolare («Mi sono innamorato di te», mentre «Sowing the seeds of love», realizzata nella sfida finale, era più azzeccata, per quanto poco aggressiva), i Cluster sono stati eliminati dal voto di Simona Ventura, in piena redenzione e novella fan di Ilaria (a cui non ha comunque risparmiato qualche critica). Ospiti in studio i Pooh, che hanno cantato sia in apertura «Uomini soli» assieme ai ragazzi sia in chiusura con la lora reinterpretazione de «La Casa del Sole»: finiti gli ospiti di un certo rilievo, Facchinetti (il conduttore si intende) ha chiesto l’aiuto da casa, con un’ospitata così e così. Di tutt’altro rilievo la presenza di Elio, nelle veci di quarto giurato, che, pur non regalando grandi perle, ha segnato in positivo la puntata; personalmente avrei preferito pure un’esibizione canora: che sia per la prossima settimana?
Nel complesso, la differenza tra le prime e queste ultime puntate è piuttosto evidente: eliminati i cantanti meno forti, quelli rimasti in gara sono tutti molto bravi, compreso Tony che, abbandonati i pezzi delle prime puntate, comincia a mostrare il proprio talento. A vincere saranno però gli Aram Quartet, nonostante nelle ultime settimane sia leggermente sottotono: con l’uscita dei Cluster, hanno ormai ipotecato la vittoria finale.
E con l’aumentare delle puntate, aumentano anche gli ascolti: ieri sera 2.308.000 spettatori (secondo miglior risultato di sempre, quasi 200.000 in più di una settimana fa) e 11,73% di share (picco assoluto del programma, oltre un punto in più rispetto a 7 giorni fa), grazie anche all’anteprima durata oltre le 21.30.