Magic Italy

magicenglish

Magic Italy è un motto dal retrogusto calcistico, sembra già di vederlo come slogan di un qualsiasi sponsor ufficiale della nazionale Italiana di calcio, come claim – chessò – della Nutella o della raccolta punti della Erg. Invece saranno le parole chiave del rilancio turistico del nostro Paese: qualcuno dovrà spiegarci perché promuovere l’Italia con un nome che di italiano non ha niente, ma probabilmente siamo noi ad essere ancorati a vecchi preconcetti. Vabbè. Poi c’è il logo: presentato dalla Brambilla con la supervisione di Berlusconi, non è molto entusiasmante. Bruttino, insomma. Mira a qualcosa di buono, ma si limita a scopiazzare qua e là senza il benché minimo stile, non è fatto a casaccio, ma è tirato su con fare cheap senza il fascino del low-cost. Ha ragione chi dice che sembra uscito dalle televendite di un tempo (o dalle peggiori di Mediaset): Magic Italy è realizzato con la stessa cura di uno spazio pubblicitario passato a notte fonda su qualche rete locale. Mi chiedo solo perchè non lasciano realizzare questi lavori a giovani designer che – anche a costo zero o perlomeno in cambio della visibilità ottenuta – farebbero molto meglio.

Annunci

Che la par condicio abbia graziato i cinema?

(ANSA) – ROMA, 17 MAG – Nella versione italiana del film Notte al museo 2: la fuga, si parla a sorpresa anche di Silvio Berlusconi. Lo rivela Tv Sorrisi e canzoni. Nel film, nelle sale da venerdi’, a un certo punto Napoleone rivela che Berlusconi discenderebbe proprio da lui, a causa di un’antica relazione amorosa sull’Isola d’Elba che gli ha permesso di lasciare in Italia tanti discendenti. Le battute su Berlusconi si devono a Filippo Ascione, sceneggiatore chiamato a riscrivere i dialoghi. 

Il primo era divertente, ma niente di più: l’attesa per il sequel era infatti più o meno nulla, fino ad oggi. Perlomeno questa battuta è carina.

Dopo la Social Card

Ecco la Silvio Card:

Secondo quanto apparso sul numero de “L’Espresso” in edicola, fra i tanti gadget del nuovo partito del Popolo delle liberta’ dovrebbero apparire anche i servizi telefonici targati Pdl, la possibilita’ di acquistare card e traffico per le utenze portatili.

“Cosi’ prima di intercettarci dovranno chiederlo a noi”, ci scherza sopra Berlusconi. A me invece preoccupa l’esatto contrario. Curioso, no?

Berlusconi vuole Victoria Beckham (e la pagherebbe pure $16.000.000)

David Beckham arriverà presto al Milan, ma nel mirino di Berlusconi ci sarebbe addirittura la moglie Victoria Beckham. Il Presidente del Consiglio (citando Perez Hilton, AC Milan’s owner, Silvio Berlusconi, who’s also the country’s Prime Minister and a media mogul) avrebbe offerto alla Posh Spice la modica cifra di £10.000.000, diventando il più alto contratto della storia televisiva italiana, per realizzare un documentario sull’arrivo della coppia a Milano. Peccato che la Beckham non abbia la minima intenzione di seguire il marito nella trasferta italiana, tanto che “Berlusconi is desperate to get Posh on board and will pull out all the stops to make sure it happens“. Ogni tanto pure la stampa estera parla di noi. 😉

E’ uscito il 6 al Superenalotto, grazie al cielo.

Da oggi c’è un milionario in più : con la combinazione 7 – 20 – 21 – 74 – 75 – 81, è finalmente uscito il 6 al Superenalotto. Ecco, almeno l’opinione pubblica potrà rendersi conto che mentre Paris Hilton si dedica al gioco italiano, c’è una crisi finanziaria in atto, c’è una scuola al degrado, c’è un presidente del consiglio che invoca repressioni – passatemi il termine – fasciste, salvo poi smentirsi ed attaccare la stampa che travisa le sue parole.